Resta in contatto

Approfondimenti

Lutto Lazio, si è spento Nello Governato

Lutto in casa Lazio. Questa notte è venuto a mancare Nello Governato. Fu ds durante l’era Cragnotti.

Risveglio triste per i laziali. Questa notte è venuto a mancare Nello Governato. Ex calciatore e ds dell’era Cragnotti, contribuì in maniera determinante col suo lavoro alla costruzione della squadra che trionfò in Italia e in Europa in quegli anni.  La redazione di sololalazio.it si unisce al cordoglio dei parenti e di quanti lo ricordano con affetto.

La carriera

Da calciatore ricopriva il ruolo di centrocampista. Nato nelle giovanili del Torino, passò prima al Como e poi, nel 1961, alla Lazio. Rimase in biancoceleste per cinque stagioni prima di essere ceduto all’Inter (1966) e da lì alla Lanerossi Vicenza (1967). Tornò a vestire la casacca con l’aquila sul petto fino al 1972, concludendo la sua carriera al Savona l’anno successivo.

Con la prima squadra della capitale collezionò 251 presenze e 17 reti. In seguito il suo nome tornò a legarsi ai destini laziali in qualità di dirigente. Governato, infatti, venne chiamato come direttore sportivo nel 1983 dal neo presidente Giorgio Chinaglia. Due anni dopo passò al Bologna. Con l’avvento di Sergio Cragnotti rientrò nuovamente nei quadri dirigenziali della società. Anche grazie al suo lavoro la squadra ottene i grandi successi di quel periodo.

Il comunicato della Lazio e il cordoglio di Crespo

Anche sul sito ufficiale della S.S. Lazio è stato diramato un comunicato di cordogli per la scomparsa di Nello Governato:

La S.S. Lazio, il suo Presidente, l’allenatore, i giocatori e tutto lo staff esprimono profondo cordoglio per la scomparsa dell’ex calciatore e dirigente biancoceleste Nello Governato e si uniscono al dolore della famiglia.

Su Twitter l’ex attaccante Hernan Crespo ha voluto ricordare lo spessore umano della persona che ha reso possibile il suo approdo alla Lazio.

 

112 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

112 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Gli vorrò per sempre bene, il il mio idolo calcistico, il grande, l'insuperabile Beppe Gool, e segna sempre lui e segna sempre lui, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Approfondimenti