Resta in contatto

Parola ai tifosi

Due parole a Gasperini

Gasperini accusato dal Valencia: "Aveva i sintomi del Covid e non ha avvisato"

La lettera-pensiero di Paolo, tifoso della Lazio, indirizzata a Gasperini e alle lamentele nel post partita.

Caro Mister Gasperini,

Da appassionato di calcio non posso che condividere il suo disappunto in merito all’episodio del fallo di mano in area del difensore della Lazio Bastos.

Inconcepibile come non sia stato assegnato il rigore a favore della sua squadra. Un errore ingiustificabile, al giorno d’oggi, con la tecnologia in campo. Una considerazione, però, mi sento di doverla fare. Lei è arrivato ai microfoni della Rai con un animo abbastanza disteso, poi le hanno fatto vedere l’episodio alla moviola e ha cambiato espressione, affermando “questo non lo avevo visto” e poi aggiungendo anche, quasi per minimizzare il comportamento dei suoi giocatori, “negli spogliatoi i ragazzi mi hanno accennato qualcosa“.

Mi viene da pensare che se il mancato rigore fosse stato contestato in campo e fuori, lei probabilmente avrebbe iniziato l’intervista chiedendo subito la visione dell’episodio. Così non è stato e, a mio parere, ciò non è avvenuto, perché né lei, né i giocatori, né l’arbitro e, ultimo ma non ultimo, nemmeno il VAR, hanno notato questa cosa macroscopica. Assurdo dirà lei e sono d’accordo, è assurdo.

È già successo, però, ed è successo perché, da statistica, il VAR non dà la sicurezza al 100% della mancanza di errori.

Quando? Glielo dico io. Stagione scorsa, Milan – Lazio: il goal del 2 a 1 di Cutrone è stato segnato con la mano. Anche in quell’occasione né Inzaghi, né i giocatori in campo, né l’arbitro, né il VAR, avevano visto quel fallo. Inzaghi se ne accorse quando gli fu fatto notare da qualcuno che aveva rivisto l’azione al monitor. A fine partita chiese a Cutrone se avesse colpito con la mano e il ragazzo rispose di no. Nei giorni successivi si arrivò alla conclusione che il fallo non era stato visto da nessuno. È successo una volta e si è di nuovo verificato ieri sera.

Concludo con due parole sulla partita. L’Atalanta quest’anno nei due incontri di campionato ha surclassato la Lazio. Ieri, episodio a parte, ciò non è avvenuto. Probabilmente la Lazio ha saputo concretizzare al meglio le occasioni favorevoli e nel complesso ha meritato più dell’Atalanta. E lei lo sa. Se invece pensa ad una regia occulta. Beh… padrone di farlo, ma restano chiacchiere da trasmissione sportiva o da Bar.

Ad maiora.

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
7 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Pjppo Copulans
Pjppo Copulans
1 anno fa

..no comment…Tutto giusto..Gasperini ha tutto il diritto di lamentarsi come abbiamo fatto noi l’anno scorso quando il VAR ci ha tolto almeno 8 punti..Infatti secondo me questa tecnologia deve essere usata sempre a prescindere .e non quando lo ritiene opportuno l’arbitro…perche così non serve a nulla..aumenta solo polemiche…. (.l’arbitro poi non ha sanzionato il rosso ad Atalanta. .sul nostro giocatore..)…ma lui che e’ un bravo allenatore e persona seria..non può non riconoscere la superiorità netta della nostra Lazio sulla sua Atalanta. ..cone del resto era u successo il contrario in campionato. ..comunque voglio augurargli di entrare in Champions .per che… Leggi il resto »

vito marinangeli
vito marinangeli
1 anno fa

RIZZOLI IL QUALE HA AFFERMATO CHE IL RIGORE NON C’ERA PERCHE’ DOPO IL TOCCO DI MANO DI BASTOS L’AZIONE E’ CONTINUATA E SE L’ATALANTA AVESSE SEGNATO BANTI AVREBBE CONVALIDATO IL GOL CONSIDERANDO IL VANTAGGIO CHE SI E’ CONCRETIZZATO COL TIRO SUCCESSIVO AL PALO, QUINDI IL VAR A QUEL PUNTO NON POTEVA PIU’ INTERVENIRE. E ALLORA BASTA CO STO RIGORE

Enrico Masella
Enrico Masella
1 anno fa

Complimenti! Una disamina perfetta

Arnaldo Cimitan
Arnaldo Cimitan
1 anno fa

Caro Paolo ti faccio I miei complimenti da Laziale sportivo e amante del calcio. Arnaldo

Fatos
Fatos
1 anno fa

Gasperini forse, anzi senza forse ha ragione, ma il fallo da l’ultimo uomo su Corea che avrebbe espulso il giocatore dell Atalanta ne vogliamo parlare?.. nel l’arco di 90 minuti la Lazio ha strameritato la coppa

Rocco Luppino
Rocco Luppino
1 anno fa

Il telecronista RAI ha affermato prima dell’incontro che per la prima volta anche le panchine erano in grado di vedere simultaneamente ciò che vedeva il Var.

Luca
Luca
1 anno fa
Reply to  Rocco Luppino

In caso di on field review, avrebbero visto le stesse immagini dell’arbitro. Questo non è avvenuto perché c’è stato solo il silent check.

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: Immobile affonda anche il Sassuolo. Girone d’andata chiuso a quota 13

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da Parola ai tifosi