Resta in contatto

Approfondimenti

Finale Coppa Italia, 3 domande ad Anna Falchi: “Quando vuole, la Lazio può fare tanto”

In vista della finale di Coppa Italia contro l’Atalant, abbiamo intervistato Anna Falchi per parlare della sua Lazio e di questa sfida fondamentale

Tra tre giorni è in programma la finale di Coppa Italia. La Lazio all’Olimpico affronterà di nuovo l’Atalanta, dopo aver vinto la trasferta di Cagliari.

Per presentare il match, SololaLazio.it ha chiesto il parere di Anna Falchi, showgirl e conduttrice televisiva di fede biancoceleste:

Un commento sul campionato della Lazio?

“Peccato, avremmo potuto fare molto di più e in alcune partite lo abbiamo dimostrato. Presunzione? Non parlerei di questo, ma più di poca concentrazione e rabbia: i giocatori la tirano fuori poco spesso. Siamo stati sfortunati anche a livello di infortuni, con l’Atalanta ci è mancata la spina dorsale e sarebbe potuta andare meglio. Non c’erano Milinkovic, Lulic e Radu, assenze pesanti. Poi Inzaghi questa volta ha commesso degli errori, non ha fatto delle buone scelte soprattutto in difesa senza fare nomi. È un peccato, quando vogliono riescono a fare grandi cose”

La finale di Coppa Italia tra Lazio e Atalanta:

“Sulla carta l’Atalanta è favorita, visto che sta facendo il più bel gioco del campionato italiano. Si potrebbe fare il paragone, definendola una piccola Ajax. La Lazio quando vuole ha dimostrato di riuscire a fare grandi cose. Speriamo bene, sarà allo stadio”.

Sul futuro di Inzaghi:

“Dipenderà molto dall’esito della finale Coppa Italia. Sento dire da troppo tempo che lui se ne voglia andare, perché sarebbe insoddisfatto dal poco mercato fatto. Lo posso anche capire,  ma certo che sarebbe bello se Inzaghi portasse a casa un trofeo, mollare prima sarebbe un peccato. Vorrei che restasse”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"
Immobile

#CountdownToHistory: Immobile affonda anche il Sassuolo. Girone d’andata chiuso a quota 13

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da Approfondimenti