Resta in contatto

Approfondimenti

Lazio, D’Amico: “Sono inc***ato, la mia maglia non si tocca”

Milan, il caso infinito: Bakayoko e Kessié in sede per chiarimenti

L’ex numero 10 del primo Scudetto della Lazio torna su quanto accaduto a San Siro sabato sera nel match con il Milan

“Sono inc****to”. Esordisce così Vincenzo D’Amico nel suo intervento su radio Montecarlo Sport in merito agli episodi di Milan-Lazio. L’ex numero 10 biancoceleste aggiunge: “Appena i tifosi della Lazio fanno qualcosa di sbagliato vengono subito messi in prima pagina, anche quando si tratta di goliardia. Il gesto di Bakayoko e Kessié non lo è, è una cosa studiata e premeditata. La maglia non si deve toccare, è sacra. Hanno fatto del male anche a me, la mia maglia non si deve toccare. Hanno fatto una cazzata, così come ha sbagliato il Milan a fare quel comunicato”

 

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Ultimo commento: "sformavo i suoi scarpini PUMA"

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Ultimo commento: "Noi tifosi non conosciamo mai bene un giocatore sotto il profilo umano e personale. Né si può giudicare la vita privata di nessuno tantomeno di un..."
Advertisement

Altro da Approfondimenti