Resta in contatto

Pagelle

Milan-Lazio, CARDOPAGELLE: Durmisi, intervento inutile. Ma Rocchi dannoso

Milan-Lazio, Gianluca Rocchi

Milan-Lazio, le pagelle del nostro direttore Giulio Cardone: i voti della sfida Champions persa dai biancocelesti tra mille polemiche

Un Milan-Lazio pieno di polemiche, recriminazioni, rimpianti e rabbia. Questi sono i miei giudizi sui biancocelesti scesi in campo a San Siro.

Non può mancare un focus sull’arbitraggio di Gianluca Rocchi, assolutamente da bocciare.

Strakosha 7

Para tutto, tra i pali e in uscita. Niente da fare sul rigore. Sempre più sicuro, lo avranno capito anche gli scettici.

Luiz Felipe 6.5

A parte la rissa finale, sempre sereno contro Borini e chiunque lo affronti. Non si capisce perché lui e Romulo non abbiano giocato le due partite precedenti.

Acerbi 7

Si batte come un leone, di testa e di piede c’è sempre. Strepitosa la sua risposta al brutto gesto di Bakayoko e Kessié, da meravigliosa persona qual è.

Bastos 6

Resta sempre nella sua zona, non si avventura in avanti e forse sbaglia. Ma nell’uno contro uno resta insuperabile.

Romulo 6.5

Spinge sempre con lucidità, a volte non viene servito e giustamente si lamenta. Sfiora il gol nella ripresa. Merita il posto di titolare fisso.

Milinkovic 6

Lavora in modo efficace più in fase difensiva, stavolta: è sempre presente. Ci si aspettava di meglio in avanti, ma alla fine sta per tirare da pochi metri quando subisce l’intervento di Rodriguez: nel dubbio, ovviamente Lazio penalizzata.

Leiva 7

Copre e rilancia sbagliando solo un passaggio in uscita. Il giocatore più importante della Lazio: è di una lucidità disarmante, in ogni momento della partita, nonostante gli arbitri lo facciano impazzire di rabbia.

Luis Alberto 6

Ci si aspettava qualche guizzo in più in rifinitura, però la palla a Ciro che colpisce il palo la consegna lui. Ingiusta l’ammonizione che gli farà saltare la partita con l’Udinese. Senza lui e Correa sarà dura.

Lulic 5.5

Stavolta più confusione che giocate efficaci. Però la sostituzione resta incomprensibile: uno esperto come lui meglio non esca negli ultimi 20′, nonostante quel rigore procurato su Cancelo contro la Juve.

Durmisi 4

Attenuante: non gioca mai, quindi difficile entrare subito in partita in una sfida così accesa. Detto questo, intervento fuori tempo su Musacchio, assolutamente inutile. E purtroppo decisivo.

Correa 6

Inventa con una progressione delle sue la palla gol per Immobile, poi però sbaglia un’occasione che un attaccante deve sfruttare. Si stira a inizio ripresa, speriamo non sia una lesione grave.

Immobile 6

Si batte come sempre, colpisce l’ottavo palo di questo suo campionato sfortunato, forse può fare di più sulla prima occasione (Reina è bravissimo sul suo destro). Però non è il Ciro travolgente che conosciamo. È ancora in tempo per ritrovarsi e regalarci gioie. Per esempio ancora al Meazza, la sera del 24.

Caicedo 6

Il voto è per quella palla perfetta a Romulo. Per il resto solito lavoro in pressing e di sponda.

Parolo 6

Doveva entrare prima, al posto di Luis Alberto.

Inzaghi 5.5

La Lazio gioca meglio del Milan, merito suo. Però Durmisi dentro nel momento topico della partita non l’ho capito. Era meglio inserire Parolo per Luis Alberto, il pareggio sarebbe stato importante e prezioso: bisogna prendersi il punto, quando non si riesce a passare in vantaggio e i minuti corrono verso il finale.

Rocchi 4

Non vede l’ora di fischiare un rigore per il Milan. Se lo inventa per un non fallo di braccio di Acerbi, poi si precipita sul dischetto dopo il contrasto Durmisi-Musacchio (ma il rigore ci può stare). Nonostante il richiamo del Var, non va a vedere l’intervento di Rodriguez su Milinkovic, così avrebbe tolto dubbi a tutti. Abbaglio gravissimo l’ammonizione di Luis Alberto che priverà Inzaghi di un giocatore decisivo contro l’Udinese. Dannoso.

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Riccardo
Riccardo
2 anni fa

Non capisco una cosa Giulio.
Immobile in forma, è inarrestabile, ma in questo momento non vede la porta in nessun modo. La sua grinta è sempre la stessa e da il “fritto” in campo. Per questo gli perdoniamo tutto… o quasi(le mie imprecazioni al palo esterno contro il Sassuolo ancora echeggiano allo Stadio).
Il problema è che ora sbaglia anche gli appoggi.
Perchè dare 6 ad Immobile, stesso voto di Bastos che a mio modo di vedere, come terzo di sinistra sta giocando alla grandissima?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

Comunque il,rigore,di durmisi è inesistente basterebbe avere giocato un pochino al calcio per capirlo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

Parole parole… arbitro, maglietta sono chiacchiere che fanno perdere l obbiettivo, possiamo ora dire che il mercato dello scorso anno ci ha indebbolito!!
Come sempre Inzaghi fa le nozze con i fichi secchi… nn perdiamoci ma pretendiamo uno sforzo da parte della società (Durmisi,Lukaku,Berisha,Badel,marusic,Cataldi,etc) altrimenti ufficializzasse il limite nel non poter migliorare!

Enrico ciaffaroni.enrico@legalmail.it
2 anni fa

Sono completamente d’accordo con Cardone pagella ineccepibile

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

Noi abbiamo portato il pallone,loro l’arbitro

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

Dopo la Juve anche il Milan compra gli arbitri

Alberto Ferrara
Alberto Ferrara
2 anni fa

Analisi perfetta dopo le polemiche di juve milan l’ordine era rigore al Milan, ma devo dire che pure Inzaghi ci mette del suo a complicare la formazione .

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Ultimo commento: "sformavo i suoi scarpini PUMA"

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Ultimo commento: "Tifo SS Lazio da quando ero… un bambino grazie a lui, Beppe Signori! Anche per i colori e stile di gioco, spumeggiante… Prima (e Unica)..."
Advertisement

Altro da Pagelle