Resta in contatto

News

Lazio, si rivedono sul campo Wallace e Berisha

Lazio, Wallace

Lazio, a Formello tornano ad allenarsi col gruppo Wallace e Berisha. Nessun problema per Radu. Differenziato per Immobile.

In casa Lazio è iniziata la preparazione della sfida casalinga contro il Parma. E arrivano notizie positive dall’infermeria. Sulla via del pieno recupero Wallace e Berisha entrambi in campo per l’allenamento.

Riscaldamento e carichi di lavoro graduali, ma esentati entrambi dalla partitella finale. Inutile correre rischi. Dei due è il brasiliano che sembra più avanti e prossimo al ritorno a pieno ritmo. Si punta a riaverlo totalmente a disposizone per la partita contro l’Inter dopo la sosta.

Proprio contro i nerazzurri in coppa italia il centrale aveva rimediato la lesione muscolare che lo ha tenuto fuori nell’ultimo mese. Un abbraccio con i compagni di squadra ha sancito la fine del suo calvario.

Per il centrocampista Kosovaro invece si era trattato di una ricaduta sullo stesso polpaccio che lo tormenta da più di sei mesi. Per questo si stanno prendendo tutte le precauzioni possibili per favorirne il ricondizionamento senza forzature. Non essendoci più l’impegno europeo infrasettimanale, lo staff potrà gestire al meglio gli ultimi acciacchi. Inzaghi spera dopo la sosta di poter contare su tutte le forze possibili per il rush finale.

Gli altri

Nessun problema per Radu. Già nel post partita di Fiorentina-Lazio, Inzaghi aveva detto di non essere preoccupato. Il rumeno ha svolto l’intera seduta con la squadra.

Ciro Immobile, dopo essere stato ospite dell’evento “no Bulli” questa mattina, è sceso in campo per una sgambata a parte e ha svolto un allenamento differenziato.

Tra i portieri assente Strakosha, che già prima di Firenze accusava un problema alla spalla per una sublussazione rimediata nel derby. Non ha preso parte all’allenamento neanche Badelj. Il croato si è allenato sta mattina da solo per poter partecipare nel pomeriggio ad un evento in memoria di Astori.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Sicuri, eh? Sicuri sicuri?

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il suo dito che esce fuori dalla nebbia al derby. Non si vedeva nulla ma la palla era dentro la rete! E segna sempre lui!"
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Fascetti una persona indimenticabile, grazie"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Prima partita allo stadio: Lazio-Verona 4-2. Avevo sette anni. Come potrei dimenticare? Gladiatore puro. Decise di andarsene perche' la Roma degli..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da News