Resta in contatto

Casa Lazio

Lazio, qual è la situazione a Formello a tre giorni dal Milan?

Lazio, allenamento

Lazio, Inzaghi continua con Leiva al centro della difesa

Per la Lazio “turno di riposo” in campionato, ma non certo a Formello. In attesa di capire quando sarà recuperata la gara con l’Udinese, i biancocelesti si preparano per l’attesissima sfida di Coppa Italia.

Martedì all’Olimpico arriva il Milan (qui per sapere dove seguire la partita in tv), per una semifinale di andata che si preannuncia delicatissima. Simone Inzaghi continua a convivere con le tante assenze, soprattutto in difesa. Ma scopriamo le novità di giornata, che arrivano dal centro sportivo della Lazio.

La situazione in difesa

Ancora una volta, al centro della difesa si è mosso Lucas Leiva: il brasiliano sarà il jolly che il tecnico giocherà per fare fronte alle tante assenze. Alla sua sinistra si sposterà Francesco Acerbi, mentre Patric è al momento l’unica pedina a disposizione per il centro-destra. Bastos, Luiz Felipe e Wallace sono ancora fermi: la speranza per Inzaghi è riposta nel primo dei tre, l’unico con qualche chance di recuperare in extremis. A tre giorni dalla gara con i rossoneri, in ogni caso, la sua presenze è ancora a fortissimo rischio.

Recuperi a centrocampo

Inzaghi può almeno sorridere per il recupero di Luis Alberto e Marco Parolo, anche oggi regolarmente in gruppo con i compagni. Inzaghi conterà sicuramente sul centrocampista italiano, mentre lo spagnolo potrebbe incamerare qualche minuto in vista del derby del 2 marzo. Nessun problema anche per Ciro Immobile, che ieri aveva svolto un allenamento differenziato a scopo cautelare. Assente invece Felipe Caicedo, con Joaquin Correa a fare coppia con Immobile. Ancora out anche Valon Berisha.

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] non si è mai allenato da quel giorno. La Lazio però farà un tentativo, anche se Inzaghi ha già pronto il piano per fronteggiare l’emergenza difensiva (Radu squalificato, Luiz Felipe e Wallace […]

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Prima partita allo stadio: Lazio-Verona 4-2. Avevo sette anni. Come potrei dimenticare? Gladiatore puro. Decise di andarsene perche' la Roma degli..."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Ero giovanotto e seguivo la squadra in quegli anni difficili. No come oggi che si fa polemica se arrivi secondo o quarto. Rimane sempre nel mio cuore..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da Casa Lazio