Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Casa Lazio

Lazio, Hernanes: “Domenica tornare è stato fantastico. Ho vissuto la partita come se giocassi ancora”

Il Profeta ha parlato durante una trasmissione su Twitch

Ospite su All Round Lazio Tv, canale di Twitch a tinte biancocelesti, Hernanes è tornato a parlare di Lazio. Queste le sue parole:

“La prossima volta che passo porto una cassa di vino alla squadra (ride ndr). Domenica è stato bellissimo, anche se durante la partita ero in mezzo ai romanisti col fatto che giocavano in casa e mi sono dovuto trattenere. Quando è finita la partita volevo scavalcare per festeggiare, sentivo l’adrenalina di quando giocavo. Ringrazio Tare per avermi fatto andare sotto la Nord con la squadra per festeggiare con loro e coi tifosi. Mi sono sentito come quando giocavo qui. Sui social i tifosi della Lazio mi stanno mandando molti messaggi, purtroppo non ho risposto a tutti ma è stata proprio una giornata soddisfacente. Purtroppo non riesco a seguire la Lazio ogni settimana, ma da ciò che ho visto al derby, anche se non si può sempre giocare con questa voglia e compattezza, ho visto un centrocampo strepitoso. Vecino sta bene, Cataldi è stato straordinario e anche Luis Alberto ha giocato bene. Facevano bene entrambe le fasi, soprattutto nel primo tempo. La squadra ha giocato bene, con carattere e qualità, ma nel secondo tempo è calata un pochino. In Brasile ho giocato con un tecnico che ha lo stesso stile di Sarri, ciò ti porta a pensare erroneamente che serve meno cattiveria agonistica. Se la squadra riuscisse sempre a farlo, come ho visto domenica, i risultati sarebbero ancora più buoni. Non è una coincidenza che sono tornato allo stadio nel derby finito 0-1 successivo a quello del 26 maggio (ride ndr). Anderson spero riparta da ciò che sta facendo, tecnicamente è fortissimo, gli serve continuità. Io con lui ho fatto solo sei mesi e ha fatto cose strepitose, deve tornare a quei livelli perché può ambire alla Nazionale verdeoro e questo gliel’ho anche detto. Deve essere motivato per raggiungere questi obiettivi. Non è mai semplice mantenere lo stesso livello in ogni partita, la Lazio è arrivata al derby in un momento difficile, c’è la stracittadina e la logica ti porta a fare di più. La Roma stava messa meglio e forse ha avuto meno tensione. Europa? Secondo me bisogna sempre mantenere lo stesso agonismo e la stessa concentrazione ma non è semplice. Secondo me a Felipe Anderson manca solo la continuità, l’ho visto benissimo in un ruolo che non aveva mai fatto, la squadra era compatta e lui rientrava e aiutava, l’ho visto concentrato e la squadra tatticamente perfetta. Lui pochi mesi fa si è sposato e questo ti assesta anche a livello mentale. Marcos Antonio necessita tempo e un po’ di adattamento al calcio di Sarri, non solo a quello italiano. Io in Brasile ci misi tempo con questo tipo di gioco, non mi piaceva molto inizialmente ma dopo ho detto ‘devo rilassarmi e integrarmi’ quindi bisogna fare uno step anche mentale per rendere al meglio in questo sistema. Col tempo si adatterà al gioco della Lazio. Provedel è bravo, anche se non amo i fraseggi col portiere. Chi lo sa fare, rende questa fase anche bella. Lui l’ho visto sicuro. Il portiere è fondamentale, le finali si vincono con il portiere più forte e averne uno come Provedel, che tranquillizza la squadra, fa sviluppare il gioco in maniera serena.”

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "60anni,ancora problemi di vita da risolvere ma ogni volta che torno ai tempi di Beppe Signori mi commuovo e la testa si riempie di ricordi strepitosi..."

Immobile da record: staccato Signori nella Top 10 dei marcatori di Serie A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Casa Lazio