Resta in contatto

Settore giovanile

Lazio Primavera, inizia male il campionato: biancocelesti sconfitti dall’Ascoli

Prima partita che non regala punti per la Lazio Primavera, che cade ad Ascoli 2-1.

Di Simone Brisi

Parte forte la Lazio, con Raffaelli costretto a mettere in angolo un bel tiro angolato di Crespi. Sul corner la Lazio passa in vantaggio col primo gol in Primavera per Napolitano. I biancocelesti sentono il ferro caldo e continuano a batterlo, con Castigliani che al 5′ chiama il portiere di casa ancora all’intervento. Ci prova anche Milani con un coast to coast ma il tiro esce. Al 21′ si fa vedere l’Empoli con Cosimi, para Magro. Al 31′ ancora Castigliani a calciare, palla bloccata in due tempi da Raffaelli. L’Empoli prova a rendersi pericoloso a fine frazione ma si va al riposo sullo 0-1. Nella ripresa ci prova il neo capitano della Lazio, Marinacci (47′), palla larga. Al 50′ pareggia l’Ascoli con Rossi, che calcia senza lasciare a Magro speranze di parata. Al 53′ bravo Magro di piede a salvare la Lazio su un cross basso. Al 54′ Cosimi porta l’Ascoli in vantaggio. Al 64′ ci prova Castigliani su punizione, palla alta. Al 76′ calcia ancora Castigliani, blocca Raffaelli. All’85’ Crespi sfiora il gol del pareggio. Al 90′ calcia ancora Crespi, blocca il portiere. Finisce 2-1 per l’Ascoli la prima di campionato, con la Lazio che non riesce a portare a casa alcun punto.

Tabellino:

ASCOLI (4-3-3) – Raffaelli; Camilloni, Caravillani, Rossi, Cozzoli, Di Marcello (67′ Maiga Silvestri), Carano, Ceccarelli; Palazzino, Cosimi, Re (89′ Del Moro).

A disp.: Gentile, Amato, Regnicoli, Coticoni, Ciccanti, Graziano, Gennari, D’Alessandro.

All.: Rosario Pergolizzi

LAZIO (4-3-3) – Magro; Bedini (65′ Rossi), Dutu, Kane, Milani; Napolitano, Coulibaly (84′ Di Tommaso), Marinacci; Castigliani, Crespi, Troise (60′ Brasili).

A disp.: Morsa, Martinelli, Cannavaro, Nazzaro, Ahwasingi, Della Salandra, Jurczak, Adjaoudi.

All.: Stefano Sanderra

Marcatori: 3′ Napolitano (L), 50′ Rossi (A), 54′ Cosimi (A)

Ammoniti: Dutu (L), Crespi (L), Coulibaly (L), Magro (L), Rossi (A), Di Tommaso (L)

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Settore giovanile