Resta in contatto

Pino Wilson

Wilson omaggiato da un applauso interminabile. Tanta Lazio ai funerali

Wilson, tanta commozione al Cristo Re

Ieri mattina il mondo Lazio ha salutato per l’ultima volta Pino Wilson, scomparsi improvvisamente nei giorni scorsi. Lo storico capitano è stato omaggiato da familiari, ex compagni di squadra, calciatori e staff biancocelesti e circa cinquecento tifosi. Durante la cerimonia è intervenuto Massimo Maestrelli che con un breve discorso ha fatto alzare tutti in piedi per un applauso interminabile: “Solo tu potevi essere il capitano di quella squadra di matti. Addio capitano”, pronunciata con le lacrime agli occhi e la voce rotta. “Ora inizi un nuovo percorso. Sarai con i miei cari, il tuo amato mister, il tuo amico fraterno Giorgio e Prima Porta sarò il vostro spogliatoio. Abbracciami Cecco, Giorgio, Mario, Felice, Bob, Renato, Gigi ed il notaio Nanni”.

La figlia Gilda, poi, ne ha esaltato le qualità morali e i valori che ha sempre dimostrato sia in campo che fuori: “Per il popolo laziale sei sempre stato un campione, quei 90 minuti sul campo erano la proiezione di ciò che è stata la tua vita. Vittoria, sconfitta, gioia, dolore, gioco, serietà, volontà, tenacia e grinta. Questo sei tu” – poi aggiunge – “A noi, papà, quel campione ha insegnato che c’è solo un valore che non si deve mai perdere: la dignità. Si può sbagliare e le persone che si mettono in gioco non possono esimersi dal compiere degli errori. Tu non ti sei mai fermato, hai continuamente vissuto correndo e difendendo ciò che amavi e ciò in cui credevi. Hai rinunciato e pagato per il tuo senso di lealtà”. Ha poi concluso con un messaggio d’amore: “Buon viaggio papo. Tu lo sai che il nostro amore è stato e sarà per sempre più forte di tutto. Con immenso amore, i tuoi figli”. 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Gli vorrò per sempre bene, il il mio idolo calcistico, il grande, l'insuperabile Beppe Gool, e segna sempre lui e segna sempre lui, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."

Immobile da record: Ciro stacca Quagliarella e punta la top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Unico solo intramontabile Ciro! Grazie di esistere"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Pino Wilson