Resta in contatto

News

Lazio, Lotito: “Immobile è partito sano ed è tornato con un edema”

Lazio, le parole di Lotito sull’infortunio di Immobile

Domani sera la nazionale italiana di Roberto Mancini giocherà all’Olimpico la delicata gara contro la Svizzera valida per le qualificazioni ai prossimi mondiali in Qatar. Il CT nei giorni scorsi ha dovuto rinunciare a diversi elementi per infortunio: Immobile, Pellegrini, Zaniolo e Chiellini. Per quanto riguarda l’attaccante della Lazio, in mattinata il presidente Lotito ha parlato alla stampa durante l’inaugurazione dell’evento “Tour dell’Olimpico”, queste le sue parole:

IMMOBILE – Per quanto riguarda Ciro, se l’infortunio l’avesse avuto già prima non sarebbe potuto partire. La Nazionale l’avrebbe dovuto valutare e rispedire a casa, invece non è stato così. Lui si è allenato, hanno effettuato anche interventi di carattere fisioterapico, quindi è partito che stava bene. E’ una valutazione della quale non sono ancora a conoscenza, è successa l’altro ieri sera, Ciro è tornato ieri, noi ci siamo attenuti allo scambio di informazioni tra gli staff medici, il nostro è formato da 17 esperti. Le due parti si sono confrontate e hanno deciso di farlo tornare a casa. Le risonanza l’avrebbe dovuta fare domani, invece per scelta sua l’ha rimandata. Non sto attaccando lo staff della nazionale, io ho fatto una cronaca dei fatti. Nel momento in cui faremo la risonanza valuteremo qual è l’entità della situazione, al momento ha un edema. Ciro è partito per la Nazionale sano, ha giocato l’intera gara con la Salernitana senza accusare alcun problema e per questo mi sono meravigliato nel vederlo rientrare. Il medico mi ha avvisato immediatamente del problema, abbiamo tantissimi esperti per ogni campo; sappiamo che c’è l’edema, quando verrà riassorbito interverremo. Non ero lì e non so come e quando si è allenato, ma per certo è partito che stava bene”.

SUPERLEGA –La Superlega? Dico soltanto che bisogna ripensare il sistema calcistico sulla base di nuove esigenze mediatiche, commerciali e fisiche. I ritmi sono totalmente cambiati, gli atleti spendono molto dal punto di vista dello stress fisico e mentale. Sono temi che affronteremo nelle sedi istituzionali preposte. Sono sempre disponibile a trovare soluzioni che aiutino i club ad avere maggiori introiti e maggiore visibilità, rispettando al tempo stesso le esigenze degli atleti”.

SARRI –Sarri se l’ho scelto c’è un motivo, è un maestro di calcio. È una persona idonea per aprire un ciclo e portarlo avanti per lungo tempo. È stato riscontrato anche da lui che nella Lazio ci sono le condizioni per fare un buon calcio, non solo legato ai risultati ma anche alla formazione dei calciatori. Ci sono le condizioni per fare bene, il nostro è un progetto a medio-lungo termine. Inzaghi? Ho già tanti problemi, penso alle problematiche del mio club”.

TOUR DELL’OLIMPICO – “Sport e Salute ha avuto il coraggio di intraprendere un’iniziativa del genere. La Lazio, nata nel 1900, in questo modo potrà far capire agli appassionati la storia, quello che sarà il futuro e i comportamenti sani del calcio. La Lazio il 19 farà visitare il tour da una delegazione internazionale di rom a cui tiene molto il santo padre, per far capire che siamo a disposizione di tutti.

28 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
28 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Altro da News