Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Editoriali

Sogna, Cataldi, Sogna

Danilo Cataldi è stato convocato dal Ct Roberto Mancini per le sfide importanti contro Svizzera e Irlanda del Nord.

Ci sono incontri che ti cambiano la vita e, in questo caso, la carriera.

Danilo Cataldi, romano e laziale, un ragazzo con l’aquila nel cuore è stato convocato da Roberto Mancini.

Dopo tanta strada percorsa in salita – e che salita – lontano dalla Lazio, anche per scelta non sua, grazie all’arrivo di Sarri si è preso il ruolo da titolare e adesso la convocazione in Nazionale.

Anni lontano da Roma, la sensazione di una storia finita, la rassegnazione di non poter più essere utile alla causa della Lazio. Per quel sentimento tanto forte da respingere la sirena chiamata Manchester City ai tempi della Primavera biancoceleste.

Un nuovo Cataldi è alle porte. Il vento di Tramontana ha abbandonato per sempre la sua testa e i suoi piedi, portando un Grecale estivo di pace interiore.

Geometrie, quantità e qualità. Sarri sta plasmando un calciatore moderno, Cataldi sta seguendo alla lettera l’insegnamento del mister e del suo staff. Un amore – corrisposto tra le parti – che ha portato il centrocampista biancoceleste in nazionale.

Il futuro è nelle sue mani, Sarri lo vede come l’Uomo Vitruviano dello scacchiere biancoceleste.

Sogna, Danilo, sogna ” Non lasciare un treno fermo alla stazione
Non fermarti tu”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Quella splendida maglia Umbro e quel numero 11 sulla schiena. Ricordi indelebili della mia adolescenza. Beppe per sempre nel mio cuore."

Immobile da record: superato Inzaghi in Europa

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Editoriali