Resta in contatto

Oltre la Lazio

Lazio, Inzaghi: “Convinto subito dall’Inter. La parola a Lotito? Avevo preso tempo”

Inter, la parole di Inzaghi nella conferenza di presentazione

E’ l’Inzaghi Day in casa Inter. I nerazzurri hanno convocato una conferenza stampa per presentare il nuovo allenatore. Simone Inzaghi ha risposto alle domande dei giornalisti, anche quelle riguardanti la Lazio:

INTER – “Convinto subito dall’Inter: il presidente e la dirigenza mi hanno fatto subito sentire apprezzato e desiderato. Questo cambiamento è frutto delle motivazioni; in pochi giorni mi hanno fatto capire di volermi a tutti i costi. Per tanto tempo ho lavorato con la Lazio, le offerte di altre squadre c’erano ma non convincenti. Quando ho sentito l’Inter però ho capito che fosse un’occasione da prendere. So che avrò tanta fiducia da parte della società, la pressione in questo lavoro c’è sempre. Quando ci saranno le difficoltà, dovremmo essere tutti bravi a compattarci per uscirne ancora più forti”.

LAZIO – “Io penso di aver scritto nella lettera il mio pensiero, sono stati 22 anni molto intensi, ho ringraziato tutti. Sono stato fortunato a vincere sia con la Primavera che con la prima squadra, ma era arrivato il momento di cambiare”.

DE VRIJ –Ho parlato con tutti i giocatori: ho parlato con lui che ho già allenato, ho giocato con Kolarov e Handanovic, ma ho sentito tutta la rosa”.

PATTO CON LOTITO – “Nella vita vanno fatte delle scelte. Ringrazierò sempre Lotito per l’occasione che mi ha dato, è un ottimo presidente con ottime idee. Secondo me era finito un ciclo. Durante la cena con la dirigenza ho preso tempo per riflettere sulla decisione finale. La mattina sono arrivato alla conclusione che fosse giusto cambiare, la prima persona che ho avvisato per correttezza è stata il presidente Lotito”. 

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
DajeSSL1900
DajeSSL1900
21 giorni fa

Quindi ammette lui stesso che la sua parola NON VALE NIENTE, benissimo così. Mannassero a… i biscioni, le serpi e pure i vermi, certe volte è proprio difficile distinguere…

Francesco
Francesco
22 giorni fa

Buffone se l’Inter non ti chiamava rimanevi alla Lazio

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Per me il più grande attaccante della Lazio di tutti i tempi"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Tutto giusto cara Rita.... Anni IRRIPETIBILI e squadra INARRIVABILE"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Grande, antiromanista, unico"

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory, Immobile fa 150 e la vetta è sempre più vicina…

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"

Altro da Oltre la Lazio