Resta in contatto

Euro 2020

Ranking Fifa, Italia in forte ascesa: il podio è a un passo

Dopo aver toccato il fondo (ventunesimo posto) esattamente tre anni fa, la squadra di Mancini è riuscita a scalare ben quattordici posizioni. E non è finita…

Non era certo facile immaginare un exploit di tale portata. Quando Roberto Mancini prese in mano le redini della Nazionale italiana, si trovò di fronte a una ricostruzione di non facile impostazione. Il ranking Fifa, nell’agosto 2018, sentenziava impietoso: ventunesimo posto. Un disastro, insomma, all’indomani soprattutto della debacle contro la Svezia, che ci eliminò nelle qualificazioni per la kermesse del Mondiale in Russia.

Ma dopo un fine lavoro di assemblaggio, risultati utili in successione, vittorie e un gioco finalmente convincente, la banda azzurra è riuscita a scalare ben quattordici posizioni, entrando nella top ten e arrampicandosi fino al settimo posto, posizione occupata all’inizio di Euro 2020.

Finita qui? Per niente: l’Italia ha ora una grande opportunità, e cioè quella di raggiungere addirittura il podio del ranking, attualmente occupato da Belgio (primo posto), Brasile (secondo) e Francia (terza posizione). Dopo la vittoria sui favoritissimi belgi, le quotazioni degli azzurri sono salite vertiginosamente (la posizione attuale si aggira intorno al quinto posto): il primato del diavoli rossi è comunque irraggiungibile, perché distante un centinaio di punti. Soltanto il Brasile può insidiare Lukaku e De Bruyne: dipenderà da cosa riusciranno a combinare nella Coppa America in corso di svolgimento. La Francia è invece ferma al terzo posto, ed è superabile da Barella e compagni con altri due successi, ovvero semifinale e finale di Euro 2020. Un risultato negativo con gli spagnoli, al contrario, ci riporterebbe indietro in classifica. In poche parole, con l’Italia campione d’Europa, oltre al titolo arriverebbe anche  il secondo o il terzo posto del ranking Fifa. Forza, azzurri.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Ultimo commento: "sformavo i suoi scarpini PUMA"

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Ultimo commento: "Noi tifosi non conosciamo mai bene un giocatore sotto il profilo umano e personale. Né si può giudicare la vita privata di nessuno tantomeno di un..."
Advertisement

Altro da Euro 2020