Resta in contatto

Oltre la Lazio

Nazionale, Mihajlovic difende Soriano: “Fossi stato in lui avrei mandato a quel paese Mancini”

Sinisa Mihajlovic prende le difese di Soriano, convocato da Mancini in Nazionale ma mai portato nemmeno in panchina dal ct.

Sinisa Mihajlovic non le manda a dire neanche al suo amico ed ex compagno di squadra Roberto Mancini. Oggi in conferenza stampa l’allenatore del Bologna non ha risparmiato una pesante critica al ct della Nazionale italiana per aver convocato un suo giocatore, Roberto Soriano, e non averlo mai portato nemmeno in panchina.

Forse non è stato molto attento alle vicende del Bologna, altrimenti Mancini non avrebbe portato Soriano per fare tre tribune. Non mi aspettavo zero minuti in tre gare: lui è il miglior centrocampista italiano e non mi è parso giusto. Averlo saputo prima, poteva rimanere con noi. Non mi è piaciuto – e parlo sia da allenatore del Bologna, sia da amico di Mancini – che abbia fatto tre tribune contro… chi? Poteva dargli una soddisfazione almeno. Con noi ha fatto nove gol e tanti assist. Se io fossi stato Soriano l’avrei mandato a quel paese: con tutto il rispetto per la Nazionale e per Mancio“.

8 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Il libero e capitano della Lazio del primo scudetto

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Altro da Oltre la Lazio