Resta in contatto

News

Reina a l’Equipe: “Con Inzaghi mi trovo benissimo. Alla Lazio mi sto esprimendo al massimo livello”

Intervistato oggi dal quotidiano francese l’Equipe, Pepe Reina ha parlato delle sue esperienze in Champions League.

Pepe Reina è l’uomo con più esperienza in Champions League nella rosa della Lazio. Proprio in vista del big match di stasera contro il Bayern, il quotidiano francese l’Equipe lo ha intervistato oggi per parlare delle suo rapporto con la maggiore competizione europea:

La Champions è  speciale. Si sente il profumo delle grandi serate. Ad Anfield, per esempio, ogni serata europea è unica. La prima volta che giocai in quello stadio fu in trasferta col Barcellona, in semifinale di Coppa Uefa. Ho visto tutto il mondo applaudire. Pensavo fosse per la loro squadra, invece era per me. Quella sera si creò un’alchimia tra il club e me. Al fischio finale, invece di sentire dei fischi, abbiamo ascoltato ‘You’ll never walk alone’ cantato più forte che mai.

Ma è a Napoli che hop sentito cantare più forte che altrove. Il grido finale che ruggisce allo stadio, l’ultimo ‘The Chaaaaampiooooons’, si ascolta dall’esterno dello stadio. Quando vivi questo hai il sorriso già prima di giocare.Se potessi vorrei rigiocare la finale di Champions League del 2007. Per vincerla. Nel calcio, spesso, non è il migliore che vince.

Con Inzaghi oggi mi sto trovando benissimo. Con i portieri che giocano più con i piedi, il calcio si è evoluto verso un gioco che mi piace. Anche con Sarri ho vissuto bei momenti. A Liverpool ci sono stati dei periodi in cui eravamo competitivi su tutti i fronti. Ma in termini di divertimento, direi che in Italia, al Napoli e alla Lazio, ho potuto esprimermi al massimo dei miei livelli.

Con mister Inzaghi ho parlato una volta della finale persa contro suo fratello. Lui mi ha fatto una battuta e ci abbiamo scherzato su. Anche Pippo, quando l’abbiamo affrontato, me lo ha ricordato. Ma non ho potuto che complimentarmi con lui e dirgli che quella volta avevano avuto parecchio culo (ride, ndr)“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile colpisce anche il Cagliari

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Altro da News