Resta in contatto

Il meglio dei Social

A mente calda, dopo Atalanta – Lazio i meme su Gasperini rubano la scena

Calciomercato Lazio, Bastos tra rinnovo e partenza

Con gli stadi chiusi, si sfogano a mente calda su Twitter le gioie e i dolori calcistici dei match della Lazio. E noi ve li raccontiamo.

Reazioni social a mente calda monotematiche dopo Atalanta – Lazio. Il protagonista dei tweet è praticamente uno solo. E dal canto suo Giampiero Gasperini non ha fatto nulla per restare nell’ombra  Per questo i laziali sui social non si sono fatti scappare l’occasione di declinare lui, le sue parole e i suoi pensieri in ogni meme possibile.

Tutti aspettavano al varco il mister atalantino per sentire cosa avrebbe detto dopo questa sonora sconfitta.

Ma Gasp con le sue dichiarazioni è andato ben oltre le aspettative:

Loro hanno perso molte gare contro di noi e spesso finiscono dietro in classica, certo c’è quella finale di Coppa Italia che è andata come tutti sapete”.

E da lì è partito un crescendo rossiniano di battute e ironie di ogni tipo:

Zoom

C’è chi ha fatto uno zoom su quel famoso colpo di mano di Bastos e trovato un dettaglio finora sfuggito a chiunque

Questo invece è un ingrandimento in un momento della premiazione di due anni fa

In proiezione futura c’è anche chi immagina un giorno di vedere l’attuale tecnico della Dea emulare il vate Rizzitelli sotto la curva Sud:

Esclusiva

Grazie al web, tra le altre cose, possiamo mostrarvi in esclusiva le indicazioni tatti che Inzaghi aveva dato a Marusic in allenamento prima di partire per la trasferta di Bergamo.

#Bastosovunque

Un disegnino così chiaro e semplice che il terzino biancoceleste non ha avuto possibilità di fraintendere e sbagliare. Certo, a mente calda, c’è chi fa notare che, con un altro in porta, forse, quel gol poteva essere evitato…

Ma c’è di più. Analizzando a fondo i fermo-immagine di tutte e tre le reti subite, appare chiaro che non solo la prima rete poteva essere evitabile

Baila come el…Pirata!

Con due gol in due partite in meno di una settimana Vedat Muriqi ha già la sua vittima preferita in Italia. E, visto che ormai Gomez si è dato al flamenco in quel di Siviglia, l’attaccante biancoceleste ha anche deciso di rimpiazzare la papudance con quello che da oggi chiameremo il “Ballo del Pirata“.

9 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

9 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Gli vorrò per sempre bene, il il mio idolo calcistico, il grande, l'insuperabile Beppe Gool, e segna sempre lui e segna sempre lui, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Il meglio dei Social