Resta in contatto

News

Lazio, Inzaghi: “Luis Alberto è un grande talento e non lo può sprecare con delle stupidaggini”

Crotone-Lazo, le parole del tecnico biancoceleste

L’ottava giornata di Serie A si è aperta con Crotone-Lazio, gara finita 2-0 grazie alle reti di Ciro Immobile nel primo tempo e di Correa nella ripresa. A fine gara Simone Inzaghi si è fermato ai microfoni di Sky:

Scusate la voce (ride, ndr) me sotto questa acqua è stata dura. Ciro per noi è fondamentale ha risposto sul campo come sempre. Acerbi da tre anni a questa parte sta avendo una continuità incredibile. Si allena nei minimi dettagli è titolare della Nazionale. Si merita tutto questo. Abbiamo avuti problemi con il Covid e infortuni, oggi ho cambiato Fares e Parolo ammoniti. Anche oggi non ci sono stati Lulic, Milinkovic ed Escalante, Luiz Felipe, Strakosha. Immobile sta facendo grandi cose, oggi anche Correa ha fatto benissimo ed è tornato a Roma venerdì dopo un lungo viaggio. Caicedo fa parlare il campo e Muriqi si sta ambientando. Rinnovo? Si è parlato molto, sto bene qui, ma sono 21 anni che sono qui. Con la dirigenza c’è un rapporto familiare, ci saranno delle trattative ma è normale. Luis? Gli ho detto alcune cose, la società lo multerà ma io avevo l’obbligo di metterlo in campo”.

 

Queste le parole a Lazio Style Radio: “Vittoria importantissima e meritata, contro una squadra che gioca molto bene a calcio. Porta imbattuta? Siamo stati bravi in fase difensiva, tutti i reparti hanno aiutato. A parte il colpo di Simy non abbiamo corso rischi contro una squadra che ha messo in difficoltà molte squadre. Tutti meritano un complimento per la prestazione, Parolo e Fares hanno fatto benissimo ma li ho tolti per l’ammonizione. Zenit? Dobbiamo essere bravi a recuperare forze ed energie per la sfida”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "In eterno per noi laziali lui e' e rimarrà per sempre lui il simbolo della nostra amata lazio!!!"
Immobile

#CountdownToHistory: Immobile stacca Signori in Serie A

Ultimo commento: "Prendere Piola la vedo dura ... "

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il suo dito che esce fuori dalla nebbia al derby. Non si vedeva nulla ma la palla era dentro la rete! E segna sempre lui!"
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Fascetti una persona indimenticabile, grazie"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."

Altro da News