Resta in contatto

Parola ai tifosi

Lazio, che peccato! È lo scudetto del “ciapa no” laziale e interista

Lazio - Bologna, esultanza squadra

Lazio, c’è ancora rammarico per un finale di stagione che avrebbe potuto raccontare una storia completamente diversa

di Giovanni Calviello

A conti fatti penso che più che il titolo di Sarri questo sia stato il titolo del “ciapa no” laziale e interista.

Pensando a noi, pochi calcoli. Un punto buttato a Ferrara e due a Bologna prima della sosta: alla ripresa post Covid uno a Bergamo, sei tra Lecce e Sassuolo e due a Udine. L’unico match per cui non ho motivo di rammaricarmi è la sconfitta contro il Milan, perché comunque al netto di autogol e rigore hanno giocato meglio, sovrastandoci a livello di gioco. Totale dodici punti, con la Juve che avrebbe avuto nelle ultime due giornate la testa divisa tra Champions e campionato. Una Juve mai brillante a livello di gioco, che ha avuto dalla sua parte una rosa molto ampia per qualità e quantità.

Un rammarico che non credo passerà molto presto, per competere con società che hanno un Cristiano Ronaldo o, come si paventa, Messi tra le proprie fila.
Buona estate a tutti e Sempre Forza Lazio.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Gufi gufi marameo tutti giù dal Colosseo...Insieme a Maestrelli l'allenatore più importante della Lazio. Onore a lui"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Prima partita allo stadio: Lazio-Verona 4-2. Avevo sette anni. Come potrei dimenticare? Gladiatore puro. Decise di andarsene perche' la Roma degli..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da Parola ai tifosi