Resta in contatto

News

Gazzetta dello Sport, Milinkovic e il tabù del gol in trasferta

Gazzetta dello Sport, Milinkovic e il tabù del gol in trasferta

Al Sergente Milinkovic manca ormai solo il gol in trasferta per completare l’opera di magnificenza. In questo campionato ha segnato solo in casa

Milinkovic è ormai l’emblema della Lazio delle meraviglie. Ne è divenuto il simbolo perchè è stato sul punto di lasciare la Capitale e invece oggi prende per mano la squadra e la accompagna verso un sogno che non poi così irrealizzabile.

Simone Inzaghi ha disegnato per lui un nuovo ruolo, più arretrato rispetto alla linea offensiva. Tuttavia sebbene Milinkovic sia in grado di ricoprirlo perfettamente, questo non lo scoraggia dal portarlo sotto porta e segnare gol pesantissimi e decisivi. L’ultimo appena una settimana fa contro l’Inter.

Così se si volesse cercare proprio il tassello mancante di un puzzle perfetto, al Sergente mancherebbe solo il gol in trasferta. Tutte le quattro marcature di questa stagione, infatti, sono stati fatti tra le mura amiche dello stadio Olimpico.

Come riportato dalla Gazzetta dello Sport in edizione odierna, il Genoa potrebbe essere l’occasione giusta per sfatare questo tabù. Contro i liguri Milinkovic si è sbloccato in zona gol sia quest’anno nella sfida di andata, sia la scorsa stagione sempre all’Olimpico. Domani dunque, nel lunch match è arrivato il momento per il Sergente di espugnare il Marassi.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Altro da News