Resta in contatto

News

Lazio, l’editoriale di Zazzaroni sul CorSport: “Il segno della crescita”

Supercoppa, le due squadre a confronto ai confini del mondo

Lazio, il direttore del quotidiano romano per spiegare l’andamento dei biancocelesti fa riferimento all’intervista di Lotito del 15 ottobre scorso

L’editoriale di oggi del Corriere dello Sport è affidato al direttore, Ivan Zazzaroni, che parla di Lazio. “Il segno della crescita” è il titolo del pezzo, dove si identifica il 15 ottobre 2019 come il momento della svolta. Quel giorno Lotito rilasciò una lunga intervista proprio al quotidiano romano, invitando la sua squadra a giocare con più fame e voglia. Detto, fatto: la Lazio che non era in Europa a metà ottobre adesso è -3 dalla vetta. “Vincere le partite in cui si è giocato male o comunque non meglio dell’avversario è prerogativa delle squadre mature….è la personalità ipertrofica mostrata negli ultimi due mesi e mezzo che induce a inserire la Lazio nel terzetto delle candidate al titolo”, si legge in spalla a pagina 2.

3 Commenti

3
Lascia un commento

avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Commento da Facebook Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Daje allo jettatore! La grattata obbligatoria e’gratis

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Zazaroni il direttore della chirurgia plastica.Occhio che nn ti scopia il fegato o addirittura la faccia.Forza Lazio

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Adesso il direttore ballerino del corriere di trigoria parla bene della Lazio sarà per caso per il fatto che non li fanno più entrare a trigoria comunque grattamose questo porta sfiga

Advertisement
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Un mito che purtroppo ho vissuto troppo poco,avevo appena 9 anni,allo stadio non mi portava nessuno,anche se le partite si vedevano poco bene e i..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "grazie a Signori sono tifosa della Lazio... non vederlo mai alzare una coppa e festeggiare lo scudetto mi ha sempre lasciato un rammarico.... ..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News