Resta in contatto

News

Lazio, parla Inzaghi: “Ora la continuità! Mihajlovic vincerà la sua battaglia”

Lazio, Simone Inzaghi

Il tecnico biancoceleste è intervenuto alle 14.30 dal centro sportivo di Formello: leggi tutte le dichiarazioni del mister in vista di Bologna – Lazio

Dal Rennes al Bologna, dall’Europa League al campionato: per la Lazio non c’è un attimo di pausa, i biancocelesti vogliono dare seguito alla vittoria di giovedì. Sarà gara vera, domani al Dall’Ara (ore 15, diretta tv su Sky): la squadra del grande ex Mihajlovic vuole riscattarsi dopo la sconfitta con l’Udinese.

Alla vigilia del match in Emilia, Simone Inzaghi è intervenuto alle 14.30 dal centro sportivo di Formello: leggi tutte le dichiarazioni in conferenza stampa del tecnico biancoceleste.

Con quale spirito umano e sportivo sali a Bologna?

“Il mio primo pensiero va a Sinisa, è un guerriero e sono sicuro al 100% che vincerà la sua battaglia. È un caro amico, a lui penso spesso. Quando sono arrivato a Roma lui è stato molto importante, era uno dei vecchi e mi ha aiutato tantissimo a integrarmi. Con lui ho condiviso tante vittorie, se non lo potrò abbracciare domani lo farò al ritorno all’Olimpico”.

Che importanza ha la partita di domani?

“Domani deve essere la partita della continuità, non a livello di prestazione ma di risultati. Giochiamo contro una squadra molto organizzata e che sta bene fisicamente, saranno avvelenati per fare una grande partita di fronte ai propri tifosi”.

Sui nuovi acquisti

“Non sono arrivati qui per caso, sono stati giocatori voluti. Sta a me metterli nelle condizioni migliori, devono crescere e ambientarsi. Stanno cercando di apprendere, va dato loro del tempo. Sono fiducioso”.

Come sta Correa?

“Sta bene, ha avuto questo indolenzimento con il Genoa. È molto generoso, voleva essere disponibile già giovedì, ma l’abbiamo preservato per averlo al 100% domani”.

La convocazione di Luis Alberto

“È molto contento, è giusto che sia così. Se l’è meritato per la continuità che ha avuto in questo inizio, anche lo scorso anno comunque ha avuto un rendimento buono. Ha dato tutto in campo, è un professionista serio ed è merito anche dei suoi compagni”.

Cosa le dà Marusic e cosa Lazzari?

“Mi stanno soddisfacendo tutti e due, il loro è un ruolo dispendioso. Adam mi dà più fisicità, Manuel viene dentro il campo con più facilità. Ho la fortuna di avere questa alternanza, lo scorso anno ce l’ho avuta nella seconda parte quando è arrivato Romulo”.

La sosta arriverà nel momento giusto?

“La squadra ha speso tanto, ma col fatto che i giocatori sono stati alternati e ruotati sono fiducioso. Lo scorso anno avevo giocatori più stanchi, ora ho cambiato. Sappiamo che molti giocatori andranno in nazionale, la sosta era prevista e dobbiamo accettarla. Di certo 7 partite in 21 giorni sono tante. Cominciando con qualche settimana di anticipo, non si avrebbe questo affollamento di gare. Sia noi che la Roma, giocando il giovedì, non abbiamo quel giorno in più che tutte quante hanno”.

Sul turnover

“L’alternanza dei giocatori continuerà, giocando così tante partite in pochi giorni è impensabile utilizzare sempre gli stessi”.

A che punto è la Lazio?

“Quando abbiamo perso due partite, vi avevo detto che ero sereno. Anni indietro ero più preoccupato quando perdevamo le gare, ma negli stop con Spal e Cluj c’è comunque stata la prestazione. Siamo sulla buona strada, domani sarà molto importante per trovare la continuità”.

 

Qui trovi le probabili formazioni di Bologna – Lazio:

Bologna – Lazio, le probabili formazioni e dove vedere il match in tv

E qui l’intervista di Marca a Luis Alberto:

Luis Alberto si racconta a Marca: “Il momento migliore della mia carriera!”

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Che Dio lo voglia e giovane e ha ancora tanto da vivere tanto da dare

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

La penso così anche io??

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Ricordo bene quei giorni e inoltre Pablito e' sempre stato umile, equilibrato, rispettoso. Una di quelle persone che rispetti profondamente anche se..."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News