Resta in contatto

News

Inzaghi: “Oggi siamo stati cinici. Ora pensiamo a giovedì”

Lazio - Genoa, Simone Inzaghi

Nel post partita di Lazio-Genoa, ai microfoni di Sky Sport, Simone Inzaghi ha analizzato la vittoria di oggi. Ecco le sue parole.

Soddisfatto per la vittoria e per il gioco espresso dai suoi uomini, Inzaghi ha commentato così la partita di oggi ai microfoni di Sky Sport:

“Sono stati bravi i ragazzi. Oggi abbiamo interpretato da subito la gara compatti e abbiamo giocato il nostro calcio. Siamo stati cinici sfruttando le occasioni. Dovevamo fare un gol in più al primo tempo, ma non posso rimproverare nulla ai ragazzi. Ora Dobbiamo pensare subito a giovedì”.

“Io sono sempre abbastanza elettrico in panchina. Oggi era importante per noi. La classifica doveva essere migliore: abbiamo meno punti di quello meritavamo in campo. Giocare bene è importante, ok essere stilisticamente belli, ma dobbiamo essere cinici per muover la classifica. 10 punti non rispecchiano il nostro valore e quanto fatto fin’ora”.

Chiusura definitiva del caso Immobile

“Di Immobile se ne era parlato troppo. Sono cose che capitano. Sopo il Parma era tutto risolto, poi si è creato e detto tanto dopo Milano. Io devo fare delle scelte e sono contento che lui abbia fatto bene. Per lui non è una novità. Quanto successo era sotto la luce dei palcoscenici, ma io ero tranquillo. Sapevo che bastava un occhiata per mettere tutto a posto”.

I 4 big e Caicedo

“Correa, Milinkovic, Ciro e Luis oggi hanno fatto molto bene. Anche a Milano del resto non avevano giocato male. Lì avevamo peccato di non andare in vantaggio, così come a Ferrara. Dobbiamo crescere in questo. Ma io ero preoccupato più negli altri anni quando si perdeva. Quest’anno abbiamo creato tanto. Duravamo solo 60 minuti. ma nel calcio oggi bisogna durare anche più di 100. Oggi abbiamo fatto bene, colpendo il Genoa quando era il momento e gestendo la partita”.

“Caicedo è un giocatore importante per me. Anche dopo il primo anno, quando qualcuno non ne parlava benissimo, l’ho sempre difeso. Per il nostro gioco lui è importante e si fa sempre trovare pronto. A Milano l’ho cambiato per un piccolo problemino sennò lo avrei lasciato sicuramente”.

Mister Inzaghi è intervenuto anche ai microfoni di Lazio Style Radio:

“Fanno piacere i complimenti di Andreazzoli. Abbiamo sfruttato le occasioni e ci godiamo questa vittoria. Ma pensiamo subito a giovedì e a domenica prossima.

Nello spogliatoio non eravamo informati sulle condizioni di Pandev e con la mezzala abbiamo intuito che qualcosa sarebbe potuto cambiare. Al di là delle nozioni conta molto l’interpretazione dei ragazzi e loro sono stati bravi.

Con Ciro non c’era bisogno di quell’abbraccio per sapere lui che uomo è. Al di là dell’essere calciatore è un grandissimo uomo. Era già tutto chiarito dopo il Parma e non era necessario l’abbraccio. Ha fatto una bella partita e sono contento per il suo gol.

Vincere le prossime due partite è importantissimo. Ma proseguiamo piano piano, passo dopo passo.
Bena anche Stefan, lui è una parte importante della squadra. Lui è un giocatore molto intelligente che può dare ancora tanto. Il mio percorso è iniziato con lui, Parolo, Lulic e tutti loro possono dare tanto in campo.

Per giovedì è prematuro parlare di formazioni perchè devo vedere le condizioni di tutti. Un allenatore può farsi delle idee ma solo il campo dà delle risposte certe.”

Le parole del Mister in conferenza stampa:

“A Milano poco cinici, c’è da ammettere che abbiamo trovato un portiere che è stato determinante nel risultato come oggi lo è stato per noi Strakosha. Lo Stadio lasciava qualche buco ma la curva e altri settori erano pieni e i ragazzi questo lo percepiscono”.

”Avevamo analizzato già a fine primo tempo cosa avevamo fatto. Sapevo che il Genoa si sarebbe messo col 3-4-1-2, in questo modo la nostra fase di possesso e non possesso sarebbe cambiata. Ho una squadra di giocatori esperti, ma ho voluto comunque dirgli che sarebbe cambiate le uscite palla a terra”.

”Luiz Felipe molto bene. Oggi e con il Parma. A San Siro poteva fare meglio, come potevano fare meglio tutti, è un ragazzo su cui punto tanto. Ha un futuro roseo davanti a se è molto fisico e intelligente”.

Leggi anche:

Lazio – Genoa, Cardopagelle: Milinkovic, ti vogliamo sempre così!

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

..bravo Ragazzo nzaghini..oggi una
bella Lazio !!@

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

INZAGHI io se fossi in te certe volte me ne starei zitto x me faresti più bella figura. È un mio parere PUNTO chi vuol capire……

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Grandiiiiiiiiiii

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

??⚪??

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Ricordo bene quei giorni e inoltre Pablito e' sempre stato umile, equilibrato, rispettoso. Una di quelle persone che rispetti profondamente anche se..."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News