Resta in contatto

News

Gazzetta dello Sport: è tornato il mago

Lazio, Luis Alberto

La Gazzetta dello Sport parla di Luis Alberto e del suo ritorno a prestazioni di livello. A San Siro il mago vuole lasciare il segno.

Il Mago è tornato“, titola nelle pagine interne la Gazzetta dello Sport, “Incantare San Siro il prossimo passo“. La Lazio si gode il ritorno di Luis Alberto a livelli top. Lo spagnolo è sempre più insostituibile e con i nerazzurri vuole lasciare il segno.

I dati riportati dalla rosea dicono dicono che domenica contro il Parma ha toccato il 92,2% di passaggi riusciti. Oltre l’assist per l’1-0, ha servito 12 cross e vinto 8 duelli. L’aggiustamento tattico trovato da Inzaghi sembra giovargli. Nel ruolo di mezzala è ora svincolato da compiti difensivi, lasciati a Leiva e a Milinkovic (entrambi con più gamba del 10 andaluso). Così si sente più libero di inventare ed è tornato tatticamente al centro del gioco: il ruolo che predilige.

A Milano la Lazio cercherà conferme dopo la vittoria scacciacrisi di domenica. L’anno scorso, nello 0-1 strappato  grazie a Milinkovic,  proprio il centrocampista iberico fu grande protagonista. Inzaghi spera che i suoi possano ripetere una prestazione simile.

Leggi anche:

Corriere dello Sport, Immobile: “Chiedo scusa”. Caso rientrato

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Ben tornato lo Luis Alberto spero che questo anno faraiun campionari alla grandezza

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Vai mago, segna tanti goal

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Io ho vissuto l era VINCENZO PAPARELLI ERO LI E NON SONO PIU ANDATO ALLO STADIO MA POI L ARRIVO DI BEPPE SIGNORI MI HA FATTO IMPAZZIRE E MI SONO..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Sono della Lazio dalla nascita, anni 50, nel periodo di Chinaglia eravamo tifosi più di Chinaglia che della Lazio, è strano ma è cosi, nessuno ha..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."

Altro da News