Resta in contatto

News

Diabolik, dopo l’incendio la panchina torna come prima – FOTO

Lazio - Roma, bandierone Diabolik

Un lumino caduto a terra, poi le fiamme: questa la causa dell’incendio che aveva bruciato la panchina dove Fabrizio Piscitelli era stato ucciso il 7 agosto

Tutto sistemato!“. Nella scorsa notte, aveva preso fuoco la panchina dove, lo scorso 7 agosto, Fabrizio Diabolik Piscitelli era stato freddato con un colpo di pistola alla testa. Le foto pubblicate su Instagram dalla Voce della Nord testimoniano come la situazione, al Parco degli Acquedotti, sia tornata quella precedente all’incendio.

Sul luogo, dopo il rogo, erano intervenuti sia la polizia che i vigili del fuoco: secondo quanto appurato da loro, l’incendio sarebbe divampato a causa di uno dei lumini, accesi ieri attorno alla panchina. Una candela sarebbe caduta a terra per il vento e da lì sarebbero divampate le fiamme, alimentate anche dalle tante bandiere e sciarpe che vi si trovavano legate.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Tutto sistemato!

Un post condiviso da LA VOCE DELLA NORD (@vdn_official) in data:

4 Commenti

4
Lascia un commento

avatar
2 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Commento da Facebook Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Mo stamo tutti più sereni!

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

So soddisfazioni

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Se ancora non ce credo

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Perché alla “gente” dà fastidio tutto!

Advertisement
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Il più grande centrocampista della Lazio,sempre dopo Antonio Elia Acerbi,non gli ho visto mai passare la palla indietro😳"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Signori.Che Spettacolo.Beppegool. il Capitano."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Un mitoche non dimenticherò mai"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News