Resta in contatto

IL CONSIGLIO DEL FABREGAS – Tsitaishvili, campione del mondo Under 20

Consigli per gli acquisti

IL CONSIGLIO DEL FABREGAS – Tsitaishvili, campione del mondo Under 20

Ultimo appuntamento estivo con la rubrica del nostro Fabrizio “Fabregas” Di Marco, dedicata ai campioni del domani: chiudiamo con il gioiello ucraino

Heorhii Tsitaishvili
Ala destra
Ucraina/Georgia
Nato il 18 novembre 2000
Altezza: 171 cm
Dinamo Kiev

Carriera
2017-19 Dinamo Kiev: 8 presenze

Palmares
2019/20 Supercoppa d’Ucraina

In nazionale
2016-17 Ucraina Under 17: 9 presenze
2018 Ucraina Under 18: 2 presenze
2018-19 Ucraina Under 19: 12 presenze/5 gol
2019 Ucraina Under 20: 5 presenze/1 gol

Palmares
2019 Mondiale Under 20

Caratteristiche tecniche
Sa giocare su entrambe le fasce, anche se a destra ha la possibilità di accentrarsi e andare al tiro con il suo piede “educato”, il sinistro. È veloce e molto abile nel dribbling. Ha una buona visione di gioco e notevole facilità di calcio, si applica abbastanza in fase difensiva con ripiegamenti nella propria metà campo. In campo mostra una forte personalità, tatticamente può fare l’esterno offensivo di destra in un 4-2-3-1, ma anche l’ala in un 4-3-3. Da migliorare il potenziamento fisico e il piede destro.

Curiosità
L’ala destra della Dinamo Kiev è diventato già campione del mondo con la nazionale Under 20 in Polonia e ha avuto la possibilità, il 9 maggio scorso, di debuttare in prima squadra contro gli acerrimi rivali dello Shakhtar Donetsk. A 11 anni è entrato a far parte della prestigiosa accademia calcistica del Barcellona, ma tra problemi di tesseramento e soprattutto di alloggio è finito alla Dinamo Kiev, firmando poi nel 2016 il suo primo contratto da professionista.

Farebbe comodo alla Lazio perché…
Anche se giovanissimo, vanta già una buona esperienza internazionale. Potrebbe essere il sostituto naturale di Correa, con ingressi dalla panchina per un giocatore veloce e abile nel contropiede da sfruttare nei finali di partita.

 

Leggi anche:

IL CONSIGLIO DEL FABREGAS – Taoui, dribbling e fantasia in attacco

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Non sarebbe durato un solo giorno con questa Società. Lui,uomo onesto e vero."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Sono della Lazio dalla nascita, anni 50, nel periodo di Chinaglia eravamo tifosi più di Chinaglia che della Lazio, è strano ma è cosi, nessuno ha..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da Consigli per gli acquisti