Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Lazio, servono i gol di Immobile per la Champions

Due anni fa la prima tripletta biancoceleste di King Immobile

Da inizio 2019 Ciro Immobile sta attraversando un momento di flessione nello score realizzativo. Per la Champions servirà anche il ritorno dei suoi gol

oggi su molti quotidiani, sportivi e non, è analizzata la flessione di Ciro Immobile. Dal Corriere dello Sport a Repubblica, passando per il Corriere della Sera, tutti evidenziano uno score realizzativo piuttosto deficitario rispetto al passato.

2 soli gol nelle ultime 7 partite per il bomber di Torre Annunziata. Solo 1 su azione, contro la Fiorentina. E anche contro la Spal la sua prestazione non è stata affatto esaltante. Inzaghi punta necessariamente su di lui per lo sprint finale nella volata Champions, ma è necessario che Ciro torni al gol al più presto.

In generale, se si guarda all’intera stagione, i suoi dati sono sostanzialmente “normali”. In linea con una media da attaccante. 13 gol su 27 partite sono un po’ meno di un gol ogni 2. Il problema è che alla Lazio lui ha abituato tutti a numeri ben al di là della normalità. Nella scorsa stagione a questo punto del calendario il numero 17 laziale era già a quota 24. L’anno prima ancora aveva realizzato 17 centri a un mese e mezzo dalla fine. Ci si aspetta sempre tanto dai suoi piedi in zona gol, anche se ripetersi costantemente a quei livelli non è facile.

Ora però è il momento per Immobile di tornare alla straordinarietà. Di uscire dalla media e migliorare la statistica per avvicinarsi ai livelli del passato. Quelli che per lui sono veramente “normali”. Squadra e tifosi sperano già da domenica di poter esultare di nuovo ai suoi gol, quantomai necessari per riprendere la corsa all’Europa dei grandi interrotta a Ferrara.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Quella splendida maglia Umbro e quel numero 11 sulla schiena. Ricordi indelebili della mia adolescenza. Beppe per sempre nel mio cuore."

Immobile da record: superato Inzaghi in Europa

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News