Resta in contatto

News

Vicenda Strakosha, parla il papà: “Rispetto la decisione di Panucci”

Strakosha attende ancora prima di poter tornare sul campo

Nella vicenda che ha visto Thomas Strakosha escluso dai convocati dell’Albania ha voluto dire la sua il padre del numero 1 biancoceleste.

Ieri la notizia aveva destato se non scalpore, almeno curiosità. Thomas Strakosha è stato escluso dalla lista dei convocati dell’Albania. Oggi, il padre del portiere Fotaq Strakosha, detto ‘Foto’, ai microfoni di Panorama.com ha voluto dire la sua sulla vicenda.

Mi trovo in difficoltà a parlare di questa vicenda. L’interesse della nazionale è prioritario. Con tutta onestà, rispetto la decisione del ct Panucci” ha dichiarato.

La decisione del selezionatore della nazionale albanese di escludere Thomas dai convocati è stata presa per via del ritardo che questi avrebbe avuto nel presentarsi al ritiro. Bloccato nel traffico, non ha ricevuto l’ok per avere una deroga sull’orario e così è rimasto a Roma.

Non voglio entrare nel merito di quanto successo. Nel momento in cui le regole sono quelle, essendo una violazione disciplinare non arrivare nell’orario stabilito, sostengo e rispetto la decisione dell’allenatore” ha proseguito il papà del numero 1 biancoceleste. Ha confermato che l’unica ragione del ritardo è stata il traffico, precisando comunque di non aver avuto contatti diretti col ct.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Panucci non capisce niente

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Gufi gufi marameo tutti giù dal Colosseo...Insieme a Maestrelli l'allenatore più importante della Lazio. Onore a lui"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Prima partita allo stadio: Lazio-Verona 4-2. Avevo sette anni. Come potrei dimenticare? Gladiatore puro. Decise di andarsene perche' la Roma degli..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da News