Solo La Lazio
Sito appartenente al Network

Lazio – Napoli, le Cardopagelle: Isaksen deludente, guendo idea geniale, Gila-Romagnoli ok

Lazio - Napoli, i voti e le pagelle dei biancocelesti a cura del direttore Giulio Cardone…

 

Provedel s.v.

Poteva anche non scendere in campo stasera: le statistiche ufficiali della Serie A dicono 0 tiri in porta per il Napoli.

Marusic 5,5

Poco propositivo. Si limita a fare il compitino senza supportare adeguatamente la manovra. E in un paio di occasioni si è fatto anche soffiare il pallone a fondo campo rischiando di far correre pericoli inutili alla difesa.

Romagnoli 6,5

Non concede praticamente nulla a Raspadori e Politano. L’unica sbavatura è il giallo preso per un intervento fuori tempo, per questo non prende quel mezzo voto in più che meriterebbe.

Gila 6+

Anche stavolta mette una pezza in ogni situazione concedendo poco o nulla agli attaccanti del Napoli. Sempre meglio.

Lazzari 5,5

Non riesce a dialogare bene con Isaksen per arrivare sul fondo. Si spegne con il passare dei minuti senza aver creato particolari apprensione agli avversari

Guendouzi 6

Benissimo l’interdizione, diversi errori invece nella gestione del pallone. Manda in fumo due ottime azioni corali, una per tempo, sbagliando passaggi semplici in verticale. Ma si fa perdonare con l’idea in verticale non sfruttata da Isaksen al 30′ della ripresa.

Cataldi 6,5

Il migliore in mezzo al campo. Tantissimi palloni recuperati e ripuliti con le uscite in palleggio. Aveva anche mandato in porta Castellanos con il  suo lancio, in occasione dello spettacolare gol annulato per fuorigioco.

Luis Alberto 5-

Gioca pochi palloni, tutti male. La sua involuzione rispetto all’inizio della stagione sta diventando preoccupante.

Felipe Anderson 6

Regala delizie in dribbling ma non tira mai in porta. Non crossa e non trova il modo di dialogare nello stretto con i compagni, ma le iniziative migliori nascono dai suoi guizzi.

Castellanos 6

Bello, anche se purtroppo non entra nel tabellino, il gesto tecnico in sforbiciata sul gol annullato per fuorigioco. Prova a rendersi utile muovendosi tanto per creare spazio ai compagni. Di palloni buoni in area però gliene arrivano pochi, compreso quello di Isaksen su cui è già tanto che sia riuscito a colpire di tacco in quel modo.

Isaksen 5+

Stasera ha smentito chi diceva che fosse ambidestro. Nel secondo tempo quel pallone giocato male all’indietro su Castellanos dentro l’area invece di tirare in porta di destro non è solo una scelta sbagliata, ma un vero e proprio errore tecnico. Deve crescere ancora parecchio sotto l’aspetto della concretezza negli ultimi metri.

Sarri 5

Contro un Napoli così decimato (9 assenti) e più stanco dopo la Supercoppa, serviva maggior coraggio nelle scelte tattiche. 1 solo tiro in porta in 90 minuti e nemmeno il 40% di possesso palla sono dati inaccettabili per una squadra che ha come principio cardine del proprio gioco il palleggio offensivo. Non è questa la reazione che ci si attendeva dopo la figuraccia a Riyad.

Pellegrini 6

Un tiro dalla distanza nel recupero è l’unico dettaglio che differenzia la sua prestazione da quella di Lazzari, ma ha avuto molto meno tempo a disposizione.

 

Vecino 6

Prova a creare più densità in avanti con i suoi inserimenti, ma alla fine anche lui non combina molto.

Pedro 5

Entra e colleziona più falli che palloni giocarti

Rovella sv

 

Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Lorenzo
Lorenzo
25 giorni fa

D’accordo con i giudizi di Giulio Cardone. Benedetti, tanto per citare un giornalista laziale di altro sito , continua invece a dare 4 a Guendouzi per la terza partita consecutiva

Fabrix
Fabrix
26 giorni fa

Isaksen ha fatto quello che poteva e ci ha messo molto dinamismo. Un 6 pieno è il minimo. Gli altri tutti tra il 5/6 appunto per una partita un po’ scialba. Discorso a parte per Maruŝić e Pedro inguardabili e a fine carriera: 4. Sarri ormai pare un simulacro di se stesso, purtroppo

Aquila 68
Aquila 68
26 giorni fa

Preoccupante la sterilità offensiva di una squadra piena di attaccanti che non solo non segnano ma non tirano mai in porta. Occasione monumentale sprecata contro un Napoli disfatto dalle assenze e dal catenaccio di Mazzarri. Urgono nuovi innesti in attacco, ma con questa società non possiamo attenderci nulla se non le solite scommesse a saldo. Prima poi la ruota girerà e ci troveremo nei guai come nel.2010, quando per nostra fortuna avevamo Rocchi Pandev e Floccari che sapevano buttarla dentro.

Articoli correlati

Torino - Lazio, i voti e le pagelle dei biancocelesti a cura del direttore Giulio...
Lazio - Bologna, i voti e le pagelle dei biancocelesti a cura del direttore Giulio...
Lazio - Bayern Monaco, i voti e le pagelle dei biancocelesti a cura del direttore...

Dal Network

È un Gian Piero Gasperini molto soddisfatto quello che analizza il successo scoppiettante della sua...

  E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri,...

  Zvonimir Boban, ex “Head of Football” presso l’UEFA, ha annunciato le sue dimissioni irrevocabili...

Solo La Lazio