Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Esclusive

Lazio, Fusion Josh: “Laziale grazie a mio nonno. Derby? Vorrei la rivincita…”

Lo youtuber inglese, tifoso biancoceleste, si è raccontato ai nostri microfoni

Di Simone Brisi

Di Lazio ci si ammala inguaribilmente, come diceva Giorgio Chinaglia. Non sempre però solo vivendo a Roma e respirando quotidianamente stati d’animo e pensieri della città. Può capitare che questa malattia, a cui nessuno vuole dare assolutamente un antidoto, arrivi anche all’estero. Magari oltremanica. Magari a Londra. Magari ad un ragazzo tifoso del Brighton, ironia della sorte, una squadra che come colori sociali ha il bianco e il celeste, proprio come la Lazio. Josh è l’esempio di questo fenomeno, la Lazialità vissuta all’estero e l’ha raccontata in esclusiva ai nostri microfoni:

Josh tu come sei diventato laziale?

“Grazie a mio nonno. Mio nonno è italiano e quindi mio padre ha origini italiane. Grazie alla passione di mio nonno ho iniziato a seguire la Lazio.”

La prima volta allo Stadio Olimpico, se non vado errato, è stata contro l’Inter poco prima del lockdown. Che emozione è stata mettere piede nell’Olimpico con un tifo così caldo? E condire tutto coi 3 punti…

“La prima volta è stata veramente bella. Un’emozione indescrivibile vedere lo stadio Olimpico così. Non è comparabile con ciò che si prova negli stadi inglesi. In Inghilterra nessuno è comparabile al calore che danno i tifosi della Lazio.”

Ironia della sorte la Lazio condivide i colori della tua prima squadra del cuore, il Brighton. Ha influito nella tua scelta di appassionarti di questa squadra?

“Si, è più una coincidenza, però mi fa piacere ed è simpatico che entrambe le squadre che tifo abbiano gli stessi colori.” 

Sul tuo profilo Instagram si evince che sarai presente per il derby di Roma. Una partita sempre speciale, a maggior ragione per com’è andata l’ultima volta…

“Si, l’ultima volta abbiamo perso 3-0 ed è stato brutto, è tempo di avere una rivincita e credo sia la volta buona per la Lazio di battere la Roma e vendicarsi.”

La Lazio in questo avvio di stagione, che sarà particolare per via del mondiale, è partita molto bene in campionato mentre fatica di più in Europa. Dove pensi possa arrivare a fine stagione la squadra di Sarri?

“Vero, la Lazio è partita molto bene, ha avuto subito un grande impatto anche se è difficile dire dove può finire, le prossime sfide con Atalanta e Roma saranno molto importanti. Credo e spero poi di poter arrivare tra le prime, in Champions League.”

In caso di vittoria di un trofeo, prometti ai laziali che sarai qui a festeggiare insieme a loro?

“Certamente! Se la Lazio vincerà un trofeo sarà un evento importante e sarò qui con voi!”

8 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Beppe gol Il mio idolo…. Mi ha fatto impazzire Lo porterò sempre nel mio ❤️"

Immobile da record: staccato Signori nella Top 10 dei marcatori di Serie A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Esclusive