Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Le Cardopagelle

Sturm Graz – Lazio, le Cardopagelle: Pipe e Sergej assenti, Romagnoli-Gila ok

Sturm Graz – Lazio, i voti e le pagelle dei biancocelesti a cura del direttore Giulio Cardone

Provedel 7

Un paio di uscite a vuoto e un passaggio sbagliato, è vero, ma contano enormemente di più le tre parate decisive e la reattività costante da dominatore della sua area. Sempre super, Ivan.

Hysaj 6+

Lo premio perché salva sulla linea il pallone dell’1-0 e serve a Immobile quello del potenziale 0-1, poi annullato: più cose buone che errori, tutto sommato.

Gila 6,5

Bello il duello con Ajeti: lo spagnolo se la cava con l’aggressività, il fisico, la velocità. Bravo, Mario: bella risposta dopo il disastro in Danimarca.

Romagnoli 7+

Il migliore in campo, per me. Sbroglia situazioni difficili, tiene alta la tensione dei compagni, resta sempre lucido: leader vero, Alessio. E mi sembra in crescita di condizione.

Marusic 6

La sufficienza perché con un intervento miracoloso salva un gol fatto. Ma è affaticato, mi pare.

Milinkovic 5

Tacchi e suola stavolta letali per la Lazio, non per gli avversari come di solito. Sergej era evidentemente stanco, non doveva giocare questa partita.

Cataldi 6,5

L’assist per Immobile meritava una conclusione migliore. In generale, Danilo mi è piaciuto di nuovo: bravo a non farsi condizionare dall’ammonizione, anche.

 Luis Alberto 5,5

Mi aspettavo di più dal Toque, in particolare negli spazi che si aprivano alle spalle dei centrocampisti austriaci. Ha iniziato bene, per poco non segnava su corner, poi non ha più trovato la genialata in grado di cambiare la partita. Inevitabile che soffrisse il ritmo dello Sturm. Sinceramente, lo avrei risparmiato oggi per averlo fresco a Firenze, dove ha spesso fatto la differenza.

Felipe Anderson 5

Quelle serate che alla prima giocata capisci che il Pipe non c’è. E non c’è verso di ritrovarlo, strada facendo.

Immobile 5,5

Ciruzzo troppo generoso (perché passare a Luis quella palla semplice – per te – da scaraventare in rete, capitano?), appannato (altrimenti non avrebbe ciccato la mezza girata su assist di Cataldi), sfortunato (il gol annullato per fuorigioco di pochi centimetri): si riscatterà a Firenze, sicuro.

Pedro 6+

Finché è rimasto in campo ha cercato con ostinazione la giocata cambiapartita: è andata male, ma su Pedrito si può sempre contare.

Sarri 5

Secondo me stavolta il Comandante ha sbagliato formazione. Perché insistere sul centrocampo esclusivamente di qualità contro avversari così aggressivi e dal ritmo micidiale, perché? Io avrei schierato Vecino, Marcos Antonio e Basic, proprio il contrario: serviva gente fresca, dinamica, con voglia di mettersi in mostra e di lottare su ogni pallone. E avrei fatto riposare Felipe, non Zaccagni. Vabbè, magari sono troppo severo, ma la squadra oggi mi ha proprio deluso: aspetto un pronto riscatto, dai ragazzi e dal Comandante.

Lazzari 6-

Parte male, con tanti errori, finisce così così.

Zaccagni 6+

Nasce da lui una buona occasione nella ripresa e fa espellere il suo diretto avversario. Però mi aspettavo di più perché è in gran forma e si vede. Ps: quanto lo picchiano, mammamia.

Vecino 6+

Più concreto di Sergej, ma stasera ci voleva davvero poco.

Patric 6

Subito ammonito, non si fa beffare da quel folletto rapidissimo in contropiede.

Cancellieri 5,5

Sprinta, lotta, dribbla ma fa anche confusione. Occasione persa, mi pare.

 

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Quella splendida maglia Umbro e quel numero 11 sulla schiena. Ricordi indelebili della mia adolescenza. Beppe per sempre nel mio cuore."

Immobile da record: superato Inzaghi in Europa

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Le Cardopagelle