Resta in contatto

Le Cardopagelle

Midtjylland – Lazio, le Cardopagelle: Sarri da 4 prima, durante e dopo

Midtjylland – Lazio, i voti e le pagelle dei biancocelesti a cura del direttore Giulio Cardone

Provedel 6-

Salvo solo lui, perché aveva perfino parato un rigore. Gli sbucano da tutte le parti, di sicuro il meno colpevole.

Hysaj 5

Passo indietro clamoroso rispetto al Feyenoord. Come la Lazio.

Gila 4

Non marca nel primo gol, scivola sul secondo, non evita il quinto. Un disastro, come la Lazio.

Romagnoli 5

Ha rischiato l’espulsione, graziato dall’arbitro. Svagato, come la Lazio

Radu 5

Totalmente fuori forma, ma non ci può sorprendere. Appannato, come la Lazio.

Vecino 5

Offre una palla-gol a Pedro, ma avrebbe dovuto concludere lui. Stavolta camminava, come la Lazio.

Cataldi 4

Provoca un rigore e gioca malissimo in entrambe le fasi. Come la Lazio.

Luis Alberto 5+

Giochicchia, come la Lazio, ma mi sembra avesse un po’ più di voglia degli altri. Un poco, eh.

Felipe Anderson 4,5

Svogliato, come la Lazio.

Immobile 5

Costretto a muoversi spalle alla porta, gioca la peggiore partita della stagione. Come la Lazio, ovviamente.

Pedro 5

Poteva ridurre le distanze alla fine del primo tempo, il sinistro viene parato. Gira a vuoto, come la Lazio.

Sarri 4

Non ha trasmesso le motivazioni giuste per questa partita e certe dichiarazioni del dopo-partita non aiutano il gruppo a ritrovare serenità.  Ha voluto dare una scossa? Mah, lo vedremo a Cremona. Serata terribile per il Comandante, come per la Lazio tutta. Ora suggerisca alla squadra di tassarsi, almeno, per rimborsare i 200 tifosi che sono arrivati fino in Danimarca per vedere questo orrore.

Milinkovic 5

Nonostante il gol, evita i contrasti: cosa che non mi è piaciuta neanche un po’.

Marusic 4

Sarri dice che è stata una non-partita: ecco, quello di Marusic è stato un non-ingresso in campo.

Marcos Antonio 6

Doveva giocare dall’inizio, di nuovo.

Cancellieri 5+

Ci prova, ma nel vuoto.

Romero 6

Non possiamo prendercela col ragazzino, non provateci neanche. L’esordio stagionale nel momento peggiore, pessima scelta.

57 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

57 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Le Cardopagelle