Resta in contatto

News

Lazio, Sarri: “Non abbiamo avuto umiltà. Siamo tornati quelli dell’anno scorso”

Lazio, le parole di Sarri nel post gara di Europa League.

Sconfitta bruciante e schiacciante per la Lazio nella trasferta danese di Europa League. Un 5-1 subito contro un Midtjylland in stato di grazia, ma dove la squadra biancoceleste ha sbagliato completamente partita e il risultato dice tutto. Maurizio Sarri è intervenuto ai microfoni di Sky per spiegare le ragioni di questa disfatta. Ecco le sue dichiarazioni: “E’ stata la Lazio dell’anno scorso che non si presenta in campo. Stasera fa più male perchè è capitato in Europa. Non abbiamo avuto umiltà, pensavamo di vincere facilmente e abbiamo pagato. La responsabilità della sconfitta è sempre mia e coi giocatori ci devo pensare io. Giocavamo da fermi e a basso ritmo, come se fossimo sul 4-0. Non penso che sia un problema di eccessivo turnover: ho visto tutti e i 16 giocatori che sono scesi in campo con lo stesso atteggiamento mentale”.

Sarri ha parlato anche ai microfoni di Lazio Style Radio:

“Dura commentare una non partita. In Europa non si possono fare queste cose. Non abbiamo rappresentato in maniera degna la nostra gente, sia chi era qui sia chi era a Roma. La nostra storia dice che rischiamo di avere ancora blackout. Siamo entrati da presuntuosi, in allenamento non l’ho visto, nei primi minuti si. Era una partita importante per la gestione del girone, dobbiamo metterci una pezza, ma non dobbiamo farlo ogni 6 gare. Io da solo posso martellare e cercare di creare una mentalità, ma lo scatto lo deve fare anche il gruppo, altrimenti le parole vanno al vento. A livello psicologico il tasto da toccare è uno solo. Abbiamo mandato dall’altra parte l’umiltà in favore della presunzione.”

44 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

44 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News