Resta in contatto

L'angolo dell'avversario

Atalanta, Gasperini: “Competitivi per rifare certe cose? Temo di no”

L’allenatore dell’Atalanta ha parlato ai margini di un evento dedicato al tennis.

Tanti i temi affrontati tra cui le ambizioni del club bergamasco: le sue parole.

“Se mi chiedi se questa squadra è competitiva per fare quel che ha fatto prima, spero di essere smentito ma probabilmente è no. Noi abbiamo avuto 21 partite e 22 punti. Sono segnali, non sono poche gare. Tecnicamente non è giustificato parlare di Scudetto, di Champions, oggi, vedendo cosa fanno le società molto ricche che possono allargare la forbice. È un motivo tecnico. Nonostante abbiamo fatto così pochi punti, ci sono stati dei motivi clamorosi. Dodici partite con quindici episodi per il Var, mi dispiace che nessuno abbia preso le parti della squadra in modo consistente. Il Cagliari è retrocesso e abbiamo perso, con l’Empoli abbiamo perso, con la Salernitana pareggiato. C’erano partite che potevamo e dovevamo vincere per essere in Champions. Ci abbiamo messo del nostro, ma la squadra ha dato tutto. Per i livelli che abbiamo battuto in questi anni abbiamo delle difficoltà. Se la ringiovanisci troppo perdi in competitività, se lo fai nell’immediato ti costa molto di più e non so che investimenti ci vuole. La nostra è una buona squadra, ma così diventa difficile. Non significa che non faremo il massimo, ma è una situazione che andrà affrontata”.

 

LEGGI QUI L’INTERVISTA INTEGRALE

11 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
11 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Fantastici ricordi di un signori eccezionale e letale per chiunque odiato dalla tifoseria romanista all'inverosimile. Quando Cragnotti senza preavviso..."

Immobile da record: Ciro stacca Quagliarella e punta la top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Unico solo intramontabile Ciro! Grazie di esistere"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Unico , indimenticabile , una bandiera , un trascinatore ... di una tale Lazialita' senza rivali.......Quel coraggio di affrontare una curva..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da L'angolo dell'avversario