Resta in contatto

Settore giovanile

Lazio Primavera, pari di carattere nel derby. Ora la testa va alla finale di mercoledì

Lazio, la società prende le distanze dallo striscione

La Lazio pareggia il derby contro la Roma sul campo Tre Fontane. Buono l’esordio di Peruzzi jr tra i pali.

Di Simone Brisi

Finisce 1-1 il derby Primavera tra la Roma e la Lazio. Al Tre Fontane i biancocelesti aggiungono un altro punto alla classifica, sfornando una prestazione di carattere e ottenendo un risultato prezioso soprattutto col cuore.

Partono bene i biancocelesti, con Raul Moro che subito non riesce a sfruttare un errore del portiere giallorosso in impostazione. Dopodiché sale in cattedra la Roma, che ci prova prima con Ciervo, poi con Afena – Gyan, che non arriva sul cross basso dello stesso Ciervo, e poi ancora con l’esterno di Latina, che di testa chiama Peruzzi al miracolo. La Lazio reagisce e prima del break ci prova con Raul Moro, chiuso in angolo, e sfiora il gol con Franco, che di testa chiama Mastrantonio al miracolo. Nella ripresa la Lazio parte bene, ma a passare in vantaggio è la Roma, con Bove, che in spaccata beffa Peruzzi.

La Lazio sfiora subito il pareggio con Bertini chiuso in angolo dalla difesa giallorossa dopo un’uscita scellerata del portiere. Il pareggio biancoceleste arriva al 64′: cross di Shehu dalla bandierina e di testa Bertini mette in porta la rete. La Roma cerca il nuovo vantaggio con diversi spioventi in area, soprattutto con l’inserimento della doppia punta con l’ingresso di Tall, ma per la difesa biancoceleste è ordinaria amministrazione fino al triplice fischio. Finisce così un bel derby, con entrambe le squadre che hanno cercato di portare a casa l’intera posta in palio, ma che si sono dovute accontentare di un punto a testa.

Ora per la Lazio testa a mercoledì, quando al Tardini di Parma alle ore 18:00 ci sarà la finale di coppa Italia Primavera contro la Fiorentina di Aquilani, attualmente in campo con l’Empoli nella sua sfida di campionato.

Tabellino:

ROMA (4-3-3): Mastrantonio; Tomassini (72′ Buttaro), Vicario, Morichelli, Ndiaye (72′ Tall); Tripi, Bove (61′ Milanese), Darboe; Afena – Gyan, Zalewski (85′ Faticanti), Ciervo (61′ Podgoreanu).

A disposizione: Boer, Rocchetti, Tahirovic, Faticanti, Bamba, Megyeri. All. Alberto De Rossi

LAZIO (4-3-1-2): Peruzzi; Floriani Mussolini (84′ Adeagbo), Armini, Franco, Ndrecka; Bertini, Marino, Czyz; Shehu; Castigliani (78′ Nimmermeer), Moro.

A disposizione: Zappalà, Furlanetto, Novella, Pino, Pica, Tare, Cesaroni. All. Leonardo Menichini

Marcatori: 54′ Bove (R), 64′ Bertini (L).

Ammoniti: Ndiaye (R), Ndrecka (L), Shehu (L), Morichelli(R).

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Avevo 12 anni ero uno che quando segnava chinaglia urlavo e piangevo di gioa ,avevamo vinto due anni prima lo scudetto e appena quattro anni prima ero..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "rimpiazzato ovviamente da William Vecchi"

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory, Immobile aggancia Piola. Anzi no…! Ecco quanto manca

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Advertisement

Altro da Settore giovanile