Resta in contatto

Rubriche

Mica… mi sta bene, quando la Lazio diventa invisibile

Mica...mi sta bene

Nonostante i numeri parlino chiaro qualcuno continua a non considerare la Lazio. E questo alla nostra brontolona non sta bene…

Di Micaela Monterosso

“Fidati degli editori seri, dei giornalisti responsabili”. Citava più o meno così uno spot auto celebrativo di una nota emittente televisiva durante il primo lockdown. Periodo nel quale, tra l’altro, mi sono divertita a raccogliere i vari svarioni (i Navigli di Roma su tutti) degli illustri giornalisti responsabili.

Se però lo svarione capita a tutti – a chi più a chi meno – l’omissione è voluta. E in una giornata già emotivamente abbastanza complessa mi hanno pure mandato il pranzo per traverso

Classifica IFFHS. La Lazio è la terza miglior italiana del decennio (30° posizione complessiva). Numeri, non chiacchiere. Ne abbiamo parlato ampiamente su sololalazio.it. Davanti a noi solo Juventus e Napoli. In coda Inter, Milan e Roma. Cosa mi va a citare il giornalista responsabile di SportMediaset, nel servizio andato in onda oggi? Tutte, dico TUTTE, tranne la Lazio.

Semplicemente non esistiamo. Posso capire che la Juventus di Ronaldo abbia più appeal, ma che addirittura si citino le squadre che seguono e non quella che precede, perdonatemi, è giornalisticamente agghiacciante. La malafede è evidente e, per dirla in tutta onestà, scandalosa. Non perché io sia laziale, non perché scriva su un sito di Lazio, ma anche – e soprattutto – per il concetto di informazione che ormai sembra essere soggetta a tante, troppe variabili.

Se c’è da parlar male, la Lazio ha tutte le prime pagine d’Italia, se c’è da elogiare o comunque da riportare un dato oggettivo di un organo di rilievo internazionale (non del pizzicagnolo sotto casa), semplicemente si ignora. Si omette.
Datemi il posto di responsabile della comunicazione Lazio per cinque minuti. Solo cinque minuti. Ne resterebbero veramente pochi, o forse nessuno. A Formello temo lo sappiano, per questo mi tengono buona buona in Valdichiana e mi hanno affidata alle cure del direttore (ente morale fino alla fine).

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
27 giorni fa

hai perfettamente ragione

Commento da Facebook
Commento da Facebook
28 giorni fa

E damo sempre la colpa a Lotito

Commento da Facebook
Commento da Facebook
28 giorni fa

L’invisibilita’ fa comodo al gestore…

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "rimpiazzato ovviamente da William Vecchi"

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile torna al gol, doppietta contro il Benevento

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
Advertisement

Altro da Rubriche