Resta in contatto

Settore giovanile

Lazio Primavera, il ritorno alla vittoria sfuma nel finale

Pareggio rocambolesco al Fersini per la Lazio Primavera contro il Genoa. A segno anche Niccolò Armini, ma non basta.

La Lazio Primavera non riesce ad interrompere il periodo nero di risultati. Ma almeno questa volta arriva un punto che interrompe la serie di sconfitte. Contro il Genoa al Fersini finisce 3 a 3.

I biancocelesti erano andati sotto dopo pochi minuti. Pari su rigore di Franco poco prima dell’intervallo, subito vanificato da un errore in difesa dello stesso difensore in collaborazione con Armini. I due giocano male un pallone in orizzontale e favoriscono l’1-2 genoano. Nel secondo tempo la squadra torna in campo con un altro piglio e riesce a ribaltare il punteggio portandosi sul 3-2 con le reti di Shehu e di Armini, che si fa perdonare l’errore precedente.

La vittoria però sfugge a dieci minuti dal termine quando Furlanetto calcola male il tempo di uscita su un calcio d’angolo e permette ai grifoni di acciuffare il 3-3. L’espulsione nel finale di Czyz per proteste rende gli ultimi istanti del match ricchi di tensione, ma la difesa dei ragazzi di Menichini tiene fino al triplice fischio.

Risultato che non serve a molto in ottica salvezza, ma che comunque fa bene al morale della squadra per i segnali positivi di reazione mostrati sul campo.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
Ruggero
Ruggero
1 mese fa

Innanzi tutto x la primavera ci vogliono Laziali che insegnino l’importanza e il senso di appartenenza x chi indossa questa magli e questo non lo possono insegnare ne Tare, ne Menichini(non c’è l’ho con lui non lo conosco ma non è Laziale, vedrei bene Ledesma e Rocchi e direttore generale della primavera Bruno Giordano Capace di scovare talenti a Roma e provincia, basta con i ragazzi presi in giro, in una rosa di 30 7/8 andrebbero bene xché si adatterebbero alla nostra mentalità e storia, quando sono tanti diventa un caos, non gli interessa nulla della lazio, lo prendono soltanto… Leggi il resto »

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "rimpiazzato ovviamente da William Vecchi"

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile colpisce anche il Cagliari

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
Advertisement

Altro da Settore giovanile