Resta in contatto

News

Lazio, Inzaghi: “Derby anomalo senza tifosi. Immobile e Luis Alberto disponibili”

Lazio - Inter, Simone Inzaghi

Lazio, le parole del tecnico biancoceleste in conferenza stampa

La Lazio domani affronterà la Roma nella diciottesima giornata di Serie A. Oggi il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi ha risposto alle domande dei giornalisti durante la consueta conferenza stampa della vigilia:

DERBY – “Sappiamo tutti quello che rappresenta il derby qui a Roma, tutte e due le squadre rischiano. Noi dobbiamo trovare continuità dopo due belle vittorie. La stagione dice che determinate partite la squadra le ha giocate nel migliore dei modi. Gli occhi dei ragazzi mostrano che sanno ciò che si prova. L’assenza dei tifosi si sentirà, sarà un derby anomalo, dobbiamo fare il massimo per vincere. La stiamo preparando nei minimi dettagli, come staranno facendo loro. Abbiamo avuto un po’ di giorni in più per prepararla”.

ROMA – “La conosciamo, sta facendo bene in campionato, ha un allenatore che stimo molto, ottime individualità, ma noi non siamo da meno. Dobbiamo avere corsa e determinazione, non ci devono essere errori”.

LULIC – “Siamo tutti contenti di riaverlo, è il nostro capitano. Ha sofferto tanto, sta meglio e sta rientrando al meglio. E’ un punto di riferimento e spero che già da domani possa dare un aiuto in campo”.

FORMAZIONE – “A specchio? Ci sto ancora riflettendo, mancano ancora la seduta di oggi e quella di domani mattina. Schiererò la formazione migliore”.

TIFOSI – “Peserà tantissimo la loro assenza, prima del Covid formavamo una coppia micidiale. Alcuni giocatori rendono meglio con il supporto sugli spalti, ma il calcio è cambiato dopo il Covid e dobbiamo abituarci”.

VITTORIA – Sarebbe importantissima per il morale. In classifica abbiamo un po’ di ritardo, ma sappiamo che tipo di partita andremo a fare domani. La terza vittoria consecutiva sarebbe la prima della stagione e ci farebbe benissimo”.

INFERMERIA– “Mancheranno Cataldi e Fares, valtueremo Correa. Luis e Ciro saranno disponibili”.

COMPETIZIONI EUROPEE – “C’è una discreta differenza nel preparare le partite di Champions o di EL, per noi è più impegnativo”.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Ultimo commento: "sformavo i suoi scarpini PUMA"

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Ultimo commento: "Noi tifosi non conosciamo mai bene un giocatore sotto il profilo umano e personale. Né si può giudicare la vita privata di nessuno tantomeno di un..."
Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Lo conobbi al mare ad Anzio, proprio l'estate dello scudetto. Stava con tre amici su una 126 avana che praticamente gli faceva da cappotto. Io ero un..."

#CountdownToHistory, Immobile a un passo da Piola

Ultimo commento: "E pensare che c'è chi lo discute..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Tutto giusto cara Rita.... Anni IRRIPETIBILI e squadra INARRIVABILE"

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

Altro da News