Resta in contatto

News

Immobile: “Tante aspettative dopo la Scarpa d’Oro. Calendario? Stagione difficile”

Lazio, Vieri e Toni su Ig: "Tra gli attaccanti italiani salvo solo Immobile"

Immobile, le parole dal ritiro della Nazionale

Nel giorno della creazione del calendario della Serie A 2020/2021, il capocannoniere della scorsa edizione, Ciro Immobile, ha parlato a Sky in diretta dal ritiro della Nazionale.

SCARPA D’ORO – “E’ stato un traguardo molto importante per me, raggiunto contro avversari molto forti, è motivo di grande orgoglio per me, arrivo in nazionale con tanta autostima e con la voglia di far bene anche in azzurro. Molte persone mi fermavano per strada dicendo di fare il tifo per me per questo traguardo, anche se non erano tifosi della Lazio.

NATIONS LEAGUE – “C’è tanta responsabilità per ciò che stiamo facendo. Il rinvio dell’Europeo deve darci più fame di vittoria. Il fatto di aver vinto la Scarpa d’Oro comporta tante aspettative da me, mi deve dare uno stimolo in più. Con la Bosnia servirà una partita intelligente, anche perché le nostre condizioni fisiche non ottimali. Ci teniamo a esordire con la vittoria”.

CALENDARIO LAZIO – “Nelle prime sette giornate affronteremo molte big, questo ci deve dare forza e concentrazione. C’è rammarico per il finale di stagione, andare subito in ritiro a Formello ci ha fatto bene. Abbiamo recuperato subito le energie, si parte subito forte. Sarà un campionato molto difficile per noi, avremo anche la Champions. Dobbiamo partire con la consapevolezza di essere la squadra delle 11 vittorie consecutive”.

BELOTTI – “Mi sento titolare. Il CT ci ha sempre fatto giocare una gara a testa. E’ un bene in queste condizioni. Dobbiamo diventare un gruppo di 23 titolari per fare qualcosa di importante. Tutti abbiamo bisogno di sentirci importanti. Tra me e Andrea c’è una sanissima competizione”.

 

 

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Altro da News