Resta in contatto

News

Juventus – Lazio, Diaconale: “Il black-out biancoceleste non ha spiegazioni”

Lotito, Diaconale: "Agnelli e Cairo? Vogliono fargliela pagare"

Juventus – Lazio è stata analizzata così da Arturo Diaconale, portavoce della società biancoceleste, al sito TuttoJuve.com

“Vedremo una partita in linea con quelle che ci sono già state tra queste due squadre, sarà una bella partita che potrebbe avere qualsiasi tipo di risultato. E anche un po’ complicata, la Juve è in forma smagliante e difficilmente sbaglia serate così. L’augurio, chiaramente, è che la Lazio possa mettere nuovamente in mostra le belle qualità evidenziate nella prima parte di campionato. C’è sempre grande rispetto. Sfida Scudetto? No, sarà la partita in cui dimostrare il grande valore contro l’avversario più forte in Italia. La sfida con la Juve servirà anche per raggiungere il risultato che ci eravamo prefissati ad inizio anno, ovvero la qualificazione in Champions League. Dovrà essere la partita perfetta. Perché quando affronti la Juventus, non puoi vincere in altro modo. E’ una squadra che difficilmente concede qualcosa, ci vuole il massimo impegno per giocarsela”.

“Se senza pandemia le cose sarebbero andate differentemente? Sono assolutamente d’accordo, la pandemia ha interrotto un percorso netto che la Lazio stava compiendo in campionato. La Juventus possiede grandi fuoriclasse in grado di risolvere la situazione, succede sempre anche quando non gioca bene. E’ il grande vantaggio rispetto alle concorrenti. Poi quando è in condizione è ingiocabile, ma nessun avversario parte già sconfitto. Sul piano del gioco, la Lazio ha la possibilità di ripetere le cose belle fatte quest’anno”.

“Non hanno delle spiegazioni. Almeno dall’esterno, è difficile dare una valutazione oggettiva della situazione. L’importante è che la Juventus riuscirà a reagire. 0-1 come nel 2000? Sarebbe un successo clamoroso, da tifoso mi accontenterei di un bel pareggio”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "rimpiazzato ovviamente da William Vecchi"

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile colpisce anche il Cagliari

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
Advertisement

Altro da News