Resta in contatto

News

Lazio, De Rossi: “Ho sempre ammirato Veron, era di un altro livello”

Roma, De Rossi

Daniele De Rossi ha rilasciato un’intervista a ‘La Nacion’, nella quale ha toccato diversi argomenti

All’interno di questa lunga intervista fatta al quotidiano argentino, De Rossi ha parlato di alcuni ex calciatori argentini che ha sempre ammirato.  Ecco le sue dichiarazioni: “Mi è sempre piaciuto il modo in cui Riquelme ha giocato, era un genio del calcio mondiale. Un altro centrocampista che amavo era Redondo, era un poeta incredibile. E un altro era Verón, che era alla Lazio e all’Inter. Ero molto giovane e non mi sono fermato affatto, quindi stavo per combattere con i vecchi e penso che dovresti avere ricordi di quel tifoso che ha parlato, parlato … Ho parlato troppo sul campo. Non avevo paura, Ho avuto il coraggio dei giovani e ho combattuto con tutti, con quegli argentini dell’Inter … Verón, Kily González, Almeyda … Sono andato e mi sono buttato in mezzo a tutti. Ma mi sono reso conto che Verón era di un altro livello. E tornando ai nostri tempi, c’è un giocatore che è al culmine del massimo: adoro Di Maria, mi è sempre piaciuto. E sembra un bravo ragazzo. Lui e Agüero sono i migliori argentini di oggi”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News