Resta in contatto

News

Lazio, De Rossi: “Ho sempre ammirato Veron, era di un altro livello”

Roma, De Rossi

Daniele De Rossi ha rilasciato un’intervista a ‘La Nacion’, nella quale ha toccato diversi argomenti

All’interno di questa lunga intervista fatta al quotidiano argentino, De Rossi ha parlato di alcuni ex calciatori argentini che ha sempre ammirato.  Ecco le sue dichiarazioni: “Mi è sempre piaciuto il modo in cui Riquelme ha giocato, era un genio del calcio mondiale. Un altro centrocampista che amavo era Redondo, era un poeta incredibile. E un altro era Verón, che era alla Lazio e all’Inter. Ero molto giovane e non mi sono fermato affatto, quindi stavo per combattere con i vecchi e penso che dovresti avere ricordi di quel tifoso che ha parlato, parlato … Ho parlato troppo sul campo. Non avevo paura, Ho avuto il coraggio dei giovani e ho combattuto con tutti, con quegli argentini dell’Inter … Verón, Kily González, Almeyda … Sono andato e mi sono buttato in mezzo a tutti. Ma mi sono reso conto che Verón era di un altro livello. E tornando ai nostri tempi, c’è un giocatore che è al culmine del massimo: adoro Di Maria, mi è sempre piaciuto. E sembra un bravo ragazzo. Lui e Agüero sono i migliori argentini di oggi”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Prima partita allo stadio: Lazio-Verona 4-2. Avevo sette anni. Come potrei dimenticare? Gladiatore puro. Decise di andarsene perche' la Roma degli..."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Ero giovanotto e seguivo la squadra in quegli anni difficili. No come oggi che si fa polemica se arrivi secondo o quarto. Rimane sempre nel mio cuore..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da News