Resta in contatto

News

Lazio, Inzaghi: “La rosa più di questo non può fare: mancano i calciatori”

Inzaghi da Fazio: "Squadra in difficoltà all'inizio, ora va già meglio"

Lazio, al termine della sconfitta con il Lecce, il mister biancoceleste ha parlato ai microfoni di Sky.

In questo momento abbiamo tanti problemi, tra i quali le assenze importanti. Non ho potuto fare il giusto turnover. Giocatori come Milinkovic e Cataldi in una gara normale non li avrei nemmeno portati, ma non ho alternative. Ringrazio il gruppo, per le emozioni che mi hanno regalato, il dispiacere c’è per un percorso interrotto, ma guardiamo avanti. Lucas Leiva e Lazzari oggi non erano in condizioni di giocare, ma hanno stretto i denti. Sono contento della prestazione, ci è mancata anche un po’ di fortuna, anche oggi abbiamo avuto delle occasioni per chiudere la partita e non le abbiamo sfruttate. Il nostro percorso continua nel cercare di raggiungere la Champions League. Potrei far giocare i ragazzi della Primavera, ma non me la sento. Parlare del prossimo anno mi viene difficile, Lucas per noi è fondamentale, purtroppo non si riesce ad allenare e il suo recupero post-operazione sta procedendo lento. Abbiamo Cataldi, ma anche lui è fuori per infortunio, anzi lo ringrazio perché stringe i denti e ci mette sempre il cuore. La partita contro l’Atalanta è pesata molto, ma anche lì non ho avuto 6 calciatori, compreso Correa che si porta un problema da tempo. Adesso voltiamo pagina e pensiamo al Sassuolo“.

 

Il tecnico poi ha parlato anche ai microfoni di Lazio Style Radio: “Arbitro? Penso che per quello visto in campo meritavamo di più. Nelle ultime due partite gli episodi ci sono capitati tutti contro. Mancato controllo al Var? Avrebbe dovuto rivedere sia il cross di Jony che l’azione nel finale. Oggi abbiamo creato tanto, con Immobile, Adekanye e Milinkovic,  anche sull’1-0 abbiamo avuto l’opportunità di fare il secondo ma l’abbiamo sciupata. La sconfitta la ritengo immeritata. Sassuolo? Obiettivamente abbiamo dei problemi oggettivi di forma. Soprattutto a metà campo eravamo pochi. Lukaku? Jony ha chiesto il cambio, era programmato che avrebbe giocato 35′. Viene da un lungo stop, si è allenato prima di Bergamo e speriamo che da qui alla fine non abbia altre ricadute. Cosa chiedo ai miei adesso? Io li ringrazio sempre, in campo c’erano molti calciatori che non stavano bene. Per indirizzare gli episodi dobbiamo fare qualcosa di più e restare lucidi”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News