Resta in contatto

News

Lazio – Napoli, Inzaghi: “Manca poco per essere da scudetto”

Lazio - Napoli, Simone Inzaghi

Il mister biancoceleste Simone Inzaghi, ai microfoni di Sky Sport, ha commentato così la vittoria di oggi contro il Napoli.

Dieci vittorie di fila. Nessuno come lui, in 120 anni di storia, sulla panchina della Lazio. Simone Inzaghi ha commentato così il successo di oggi contro il Napoli, ai microfoni di Sky Sport:

I ragazzi sono stati sempre in partita, nel 1° tempo abbiamo fatto meglio noi. Il Napoli meglio nel secondo. Sapevamo che avremmo dovuto soffrire, loro sono una grande squadra. Ma ci godiamo questo successo, questo record. Dobbiamo continuare, da domani penseremo già alla partita di Coppa Italia. Voglio che i ragazzi si rendano conto che hanno fatto qualcosa di straordinario.

Siamo una squadra che ci crede sempre, mi piace soprattutto la lucidità, che i ragazzi mantengono in partite così difficili.

Tutto è scattato da come abbiamo lavorato quest’estate. Anche quando abbiamo perso qualche punto, i ragazzi credevano in quello che io e il mio staff gli dicevamo di fare in campo. Hanno capito che io ero sereno nonostante qualche risultato mancante. Ho predicato calma, sapevo che i risultati sarebbero arrivati. Poi certo, da qui a prevedere 10 vittorie di fila ce ne passa…

Cosa manca per essere da scudetto? In questo momento, devo essere sincero, manca poco. Quel pizzico che ci è mancato negli anni scorsi, a cominciare dagli infortuni. Io devo essere bravo a coinvolgere tutti, ho bisogno dell’intera rosa sperando che tutti siano al 100%. Stasera la mancanza di Correa ci ha tolto quegli spunti che nel secondo tempo ci avrebbero fatto comodo.

Mercato? La società è vigile, c’è un confronto quotidiano col DS, il presidente è stato con noi tutto il giorno. Se ci sarà l’occasione, qualcosa potremmo fare, ma sappiamo anche che tutti i ragazzi qui presenti saranno coinvolti. A gennaio non è semplice fare qualcosa”.

Successivamente il mister è intervenuto anche alla tv ufficiale della Lazio.

I ragazzi sono stati sempre in partita. avevo chiesto massima concentrazione nei momenti in cui bisognava soffrire l’hanno fatto. Ciro è stato bravissimo. i cambi ci hanno aiutato e abbiamo fatto la decima vittoria consecutiva.

Penso che del grande tifo se ne sono accorti per primo i ragazzi. La curva è stata straordinaria con una coreografia pazzesca. l’ambiente è compatto e quando giochiamo qui all’Olimpico sappiamo di non essere mai soli.

In questa settimana di festeggiamenti ci sono stati tanti momenti emozionanti che mi sono passati in mente. Ho avuto genitori e figli qui con me. Mancava la ciliegina finale e i ragazzi me l’hanno regalata. 

Dovremo essere attenti a tutti. In questo omento abbiamo qualche squalifica e qualche acciaccato. Ci vuole attenzione massima. Dovremo essere bravi a dosare le forte in queste partite ravvicinate.

Penso che mister Eriksson sarà contento che il suo record sia stato battuto da me che son stato suo calciatore. Da lui ho preso tanto. come da tutti quelli che ho avuto da cui ho sempre raccolto il meglio. Ci ho messo del mio e in questo record di vittorie mi fa piacere menzionare anche tutti i componenti del mio staff che mi aiuta tutti i giorni per far riuscire le partite nel migliore dei modi“.

 

Leggi anche:

https://www.sololalazio.it/2020/01/11/lazio-napoli-immobile-a-sky-dove-non-arrivi-con-i-piedi-arrivi-con-la-testa/

4 Commenti

4
Lascia un commento

avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Commento da Facebook Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

E allora sotto a chi tocca

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Non nominiamo quella parola per favore…..

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Manca un po di fortuna. …

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Un paio di acquisti mister

Advertisement
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Un mito che purtroppo ho vissuto troppo poco,avevo appena 9 anni,allo stadio non mi portava nessuno,anche se le partite si vedevano poco bene e i..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "grazie a Signori sono tifosa della Lazio... non vederlo mai alzare una coppa e festeggiare lo scudetto mi ha sempre lasciato un rammarico.... ..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News