Resta in contatto

News

Lazio, De Martino: “Noi una famiglia. Inzaghi è lazialissimo”

Lazio, il direttore della comunicazione ha parlato anche di Simone Inzaghi, il tecnico che ha vinto 3 delle ultime 4 finali disputate

In diretta su Lazio Style Radio 89.3, il direttore della comunicazione del club biancoceleste Stefano De Martino è tornato sulla vittoria di domenica in Supercoppa contro la Juventus:

L’unione della Lazio:

“Siamo più uniti rispetto alla Juventus, che tecnicamente è una delle squadre più forti d’Europa. Siamo una famiglia. Questo ha fatto la differenza domenica in Supercoppa. I bianconeri fatturano di più rispetto al club biancoceleste, ma a noi non manca nulla, anzi abbiamo dalla nostra parte tutto ciò che ci è accaduto negli ultimi anni. Siamo rimasti uniti in qualsiasi circostanza, anche nelle più difficili. La Società ha sempre creduto nella crescita di questo Club e noi dirigenti siamo rimasti sempre compatti. edremo dove arriverà la nostra Lazio, ma finora stiamo esprimendo un calcio che sta stupendo tutti. So con quanto dolore siamo arrivati a questo Natale, dobbiamo dire basta al condizionamento da parte dei media. Invito i nostri tifosi a restare con noi, proponendo critiche costruttive con uno spirito di partecipazione alimentato dall’amore per la squadra”:

Su Inzaghi:

“Simone è un ragazzo come noi, cresce in questo club e insieme a noi. E’ nato a Piacenza ma è praticamente romano, è lazialissimo. I risultati sono sotto gli occhi di tutti e non devo dirli io. Col presidente hanno un rapporto speciale, così come ce l’ha con me e tutta la dirigenza. Questo è uno dei nostri segreti”.

Su Lotito:

“Lui è sempre presente, sta sempre lì a motivare giocatori e collaboratori. Non ci vedo nulla di nuovo quando mette la sua forza dirompente in tutto quello che fa. Noi che lavoriamo tutti i giorni con lui, non ci stupiamo di questo”.

L’ambiente di Riyad e il lavoro mediatico svolto:

“La squadra ha festeggiato molto la vittoria, anche alcuni membri dello staff dello stadio si sono uniti alla festa biancoceleste. L’atmosfera al King Saud University Stadium era a favore della Juventus, soprattutto per incitare Cristiano Ronaldo. Dopo la vittoria della Lazio, tanti tifosi sauditi sono rimasti in tribuna per esultare con noi. Abbiamo effettuato tante dirette televisive svolgendo un grande lavoro nel corso dei tre giorni di permanenza: siamo riusciti a rappresentare al meglio i colori della Lazio. Siamo riusciti anche a vincere l’incontro meritatamente, i ragazzi di Inzaghi sono rimasti concentrati ed hanno dominato i bianconeri. Siamo molto soddisfatti, anche se la gara disputata con l’Atalanta valida per la finale della scorsa edizione della Coppa Italia resta la partita con più ascolti. In occasione del match di Supercoppa italiana erano ben 202 i paesi collegati, abbiamo portato a termine una grande doppietta mediatica. Un successo clamoroso che non ricordo nel passato biancoceleste, nonostante le grandi vittorie europee del Club. Stiamo lavorando in silenzio per ottenere ascolti anche lontano dal confine italiano”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"
Immobile

#CountdownToHistory: Immobile affonda anche il Sassuolo. Girone d’andata chiuso a quota 13

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News