Resta in contatto

News

Inzaghi: “Il nostro scudetto è la Champions League. I cambi hanno fatto la differenza”

Lazio, Eriksson al Corriere dello Sport: "Inzaghi puoi farcela"

Al termine del successo sul campo del Cagliari, al 97′, il tecnico della Lazio, Simone Inzaghi, ha parlato ai microfoni di Sky Sport.

Simone Inzaghi è intervenuto ai microfoni di Sky, dopo il successo sul Cagliari

Abbiamo fatto una partita importante contro un avversario forte. Siamo rimasti lucidi dopo il loro vantaggio. Vittoria meritata, un applauso a Caicedo, Jony e Cataldi. Sul recupero c’è il regolamento che parla: se andiamo a vedere cambi e infortuni i setti minuti ci sono tutti. Molte squadre faticheranno qui in Sardegna. Otto partite vinte consecutive in Serie A non è da tutti. Le qualità ci sono, siamo più lucidi del passato. Il nostro scudetto è arrivare nelle prime quattro. Tutto i risultati che stanno arrivando sono frutto del lavoro dello staff e dei giocatori. C’è una grande sintonia nella Lazio. Giocare ogni tre giorni è complicato, ci sta qualche giocatore con il fiato corto, ma i ragazzi mi danno sempre grande soddisfazioni. Sono contento anche dei diffidati, non hanno rischiato niente, nonostante domenica ci sia la finale di Supercoppa. mercato? Parliamo sempre con la società, le risposte di questa sera sono importanti da chi è entrato in campo”.

Lazio Style Radio:

“Siamo contenti, penso che la Lazio abbia meritato la vittoria. Penso sia merito dei ragazzi, non era facile ma sono rimasti lucidi e sempre in partita nonostante per il Cagliari si fosse messa subito in discesa. Dobbiamo cercare di migliorarci perchè attraverso qualche battuta di arresto iniziale siamo cresciuti molto. 

Per un allenatore vedere tre giocatori entrare in partita in questo modo è una grandissima soddisfazione. Cataldi, Jony e Caicedo stasera hanno fatto la differenza. Se siamo bravi a partire con i tempi giusti, domani pomeriggio si possa stare anche a casa con le nostre famiglie che fanno sempre il tifo per noi. Abbiamo la finale da preparare nel migliore dei modi, sappiamo cosa troviamo. Faremo il massimo giocandoci le nostre chance”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News