Resta in contatto

IL CONSIGLIO DEL FABREGAS – Doku, promessa belga

Consigli per gli acquisti

IL CONSIGLIO DEL FABREGAS – Doku, promessa belga

Nuovo appuntamento con la rubrica del nostro Fabrizio “Fabregas” Di Marco dedicata ai campioni del domani: gioiello belga classe 2002

Jeremy Doku
Ala sinistra/destra, trequartista
Belgio
Nato il 27 maggio 2002
Altezza: 171 cm

Carriera

2018-19 Anderlecht

Caratteristiche tecniche:

Dall’Under 11 ffino all’Under 14 dell’Anderlecht è stto provato in tutte le posizioni offensive, prima di stavilirsi sull’ala sinistra offensiva.

Di piede destro, ma anche il mancino non è poi così male, veloce e dotato di un eccellente tecnica, veloce e dotato di un eccellente tecnica, vasta gamma di dribbling, che gli permettono di superare uno o più avversari. Grande capacità di spingere sulla fascia e allo stesso tempo bravo a rientrare el mezzo del campo lo rende difficile da controllare per le difese avversarie, disorientate dal suo grande dinamismo Fisicamente brevilineo ma massiccio, esplosivo e reattivo, sa attaccare bene gli spazi.

Caratterialmente è dotato di una spiccata personalità, non ha mai paura di tentare la giocata difficile.

Curiosità:

A 16 anni, 5 mesi e 29 giorni Jeremy Doku è riuscito a debutare nella Jupiter Pro League, la massima divisione belga, diventando l’ottavo iù precoce esordiente nella storia dell’Anderlecht. Durante il suo percorso nel settore giovanile dell’Anderlecht, è stato contattato dai principali club europei, in particolare il Liverpool che lo ha invitato a visitare i propri impianti sportivi con la speranza di convincere il ragazzo.

Farebbe comodo alla Lazio perché:

Sappiamo tutti che il mercato belga è monitorato a livello di mercato dal Ds Tare, in questo caso come riportato sopra si deve giocare di anticipo nei confronti dei maggiori Club europei sulle tracce de ragazzo. Potrebbe essere nella rosa di Inzaghi quel giocatore che inserito in maniera graduale nei finali di partita se magari bloccata, con la sua velocità, tecnica e sfrontatezza potrebbe spaccare la partita.

 

Vieni a dire la tua sul Muro del tifoso:

10 anni da DS per Igli Tare: qual’è l’acquisto top? E quale flop secondo voi?

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 mesi fa

eddaje

Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 mesi fa

Basta promesse e scommesse. Qua servono giocatori pronti e tosti

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "da juventino ho adorato Beppe Signori......è uno dei pochi calciatori di cui ho la maglia autografata......oggi Signori non avrebbe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Sono della Lazio dalla nascita, anni 50, nel periodo di Chinaglia eravamo tifosi più di Chinaglia che della Lazio, è strano ma è cosi, nessuno ha..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."

Altro da Consigli per gli acquisti