Resta in contatto

News

Inzaghi: “Orgoglioso di ricevere questo premio intitolato a Maestrelli”

La Lazio di Inzaghi ha il sapore di Roberto Mancini

Serata speciale per il mister Inzaghi che presso l’Hotel La Pace di Montecatini è stato insignito del Premio Maestrelli nella categoria Allenatori di Serie A

Simone Inzaghi ha ricevuto questa sera presso l’Hotel La Pace di Montecatini un riconoscimento importante. All’interno della categoria “Allenatori di Serie A” il mister piacentino ha ricevuto il Premio “Tommaso Maestrelli”.

Al termine della cerimonia l’allenatore biancoceleste è stato intervistato ai microfoni di TMW Radio. Queste le sue dichiarazioni:

Quanto è orgoglioso di questo premio?

“Senz’altro è un riconoscimento importante, noi della Lazio sappiamo cosa ha significato Maestrelli per tutti noi. Un premio dedicato a lui è motivo di grande orgoglio.”

Momento positivo per la Lazio?

“Siamo in un ottimo momento però dobbiamo continuare, il campionato è lungo e ogni domenica è sempre piena di insidie per cui dobbiamo farci trovare pronti subito dopo la ripresa.”

Luis Alberto giocatore eccezionale, qual è il segreto?

“Ha grandissime qualità, quest’anno non ha avuto problemi, sente la fiducia di tifosi e compagni. È un ottimo momento e deve continuare.”

Mancini continua ad alternare Immobile e Belotti. Secondo lei continuerà così o potrebbero giocare insieme?

“Roberto li sta usando nel migliore modo possibile, basta vedere i risultati. Sono due buonissimi giocatori che da anni stanno avendo un ottimo rendimento, stanno facendo bene. Poi chissà potrebbero anche giocare insieme.”

Continua a stupirsi di Immobile?

“Ciro sta facendo in questi 3 anni e mezzo ottimi risultati. Oltre ai gol è un grandissimo uomo squadra. A me non stupiscono personalmente, deve continuare così.”

Si può considerare positivo il fatto che abbia ritrovato continuità subito dopo il litigio?

“Ma oltre a quello, è un ragazzo serio che si allena sempre con continuità.”

La Juventus secondo lei ha rivali?

“Si, l’Inter sta tenendo lo stesso passo. Ci sono anche altre squadre che non stanno tenendo gli stessi livelli in questi 12 giornate. Vedremo chi la spunterà e chi avrà più costanza sul lungo.”

Del Napoli che idea si è fatto?

“È già difficile già guardare in casa propria. è un ottima squadra con un ottimo allenatore che senz’altro si riprenderà.”

Dal mercato di gennaio cosa si aspetta?

“Prima del mercato ci sono tantissime partite. Ora quello che conta di più è tuffarsi nel campionato. Avremo una Supercoppa da giocare a fine dicembre ma prima di quella ci saranno 4 partite importanti.”

Ritiene che il fatto che potrete concentrarvi solo sul campionato sia un vantaggio?

“No assolutamente no. L’anno scorso avendo vinto la Coppa Italia sapevamo di poter andare direttamente in Europa League, c’eravamo impegnati tanto per arrivarci. In queste partite non siamo stati molto fortunati, nelle partite col Celtic ci sono stati episodi che non ci hanno danneggiato.”

C’è una squadra che potrebbe inserirsi a sorpresa nella Champions League?

“Ci sono tante squadre attrezzate, adesso fare un bilancio dopo 12 giornate è troppo prematuro. La classifica si sta delineando, ma è troppo presto per fare statistiche.”

 

9 Commenti

9
Lascia un commento

avatar
9 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Commento da Facebook Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Simone rimani con noi.. E sarai come il maestro.

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Felicissima per Simone

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Sei un grande Simone.E’ poi sei un vero LAZIALE.

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Felice x te Simone 🤍💙❤️

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Alla faccia di tutti quelli che 1 mese fa ti volevano mandare via…..mister fatti fare una squadra….sei UN GRANDE

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Bravo S. F. L. 🇪🇪👍

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

💙🦅

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Sei un Grande Simone

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Maaaaaa

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Vederlo giocare segnare e Gioie ,per lu e per la Lazio"
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "grazie a Signori sono tifosa della Lazio... non vederlo mai alzare una coppa e festeggiare lo scudetto mi ha sempre lasciato un rammarico.... ..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."

Altro da News