Resta in contatto

News

Nazionale, le pagelle a Francesco Acerbi nella sfida contro la Bosnia

Nazionale, le pagelle a Francesco Acerbi nella sfida contro la Bosnia

Un difensore col fiuto del gol. Questo il Francesco Acerbi che ieri con la maglia della Nazionale ha vinto il derby contro Dzeko e ha sbloccato la partita

Una partita indimenticabile quella di ieri sera per Francesco Acerbi con la maglia azzurra della Nazionale.

Il difensore biancoceleste si è dimostrato la solita certezza nel reparto difensivo ma ha anche sorpreso per il perfetto fiuto del gol in area di rigore. “Sono felice” la semplice ma incisiva didascalia che il numero 33 della Lazio ha usato sotto la sua immagine postata a fine partita sull’account Instragram.

Leggiamo insieme i voti in pagella che i quotidiani nazionali hanno riservato questa mattina al difensore.

Corriere dello Sport, voto 7,5:

“L’impatto con la partita fa pausa, dopo mezzo minuto perde una palla che si trasforma in un’occasione per la Bosnia. Ma è un attimo, perchè da quel momento non sbaglia niente: dietro chiude i varchi e protegge l’area, davanti poi segna un gol da centravanti puro, con tanto di dribbling su Pjanic all’altezza del dischetto del rigore e tiro di destro nell’angolio. Si, di destro, il piede sbagliato”.

La Repubblica, voto 7:

“Stravince il derby con Dzeko, nella sua area e nell’altra: per il suo primo gol azzurro dribbla anche Pjanic.”

Tuttosport, voto 7:

“Conferma di avere carattere da vendere: sbaglia il primo pallone della partita – male male: lancia il contropiede bosniaco – ma non si smonta nemmeno un pò. Riprende a far girare il gioco e poi segna un gol da trequartista puro: salta Pjanic in piena area e piazza un tiro a giro sul palo più lontano. Di destro, il “piede sbagliato”: un ottimo modo per mettere il primo timbro nella sua carriera azzurra.

La Gazzetta dello Sport, voto 7:

“Il sorpasso su Romagnoli è compiuto. Gol da centravanti e quela sicurezza che, per dire, De Ligt nella Juve non dà a Bonucci”.

Il Messaggero:

“Un lancio da regista (per Bernardeschi) poi il gol (su assist sempre di Bernardeschi) di destro, dal cuore dell’area. Come un centravanti. Romagnoli, per ora, viene messo in disparte da Mancini. Tutto torna. È il primo gol in Nazionale, nel momento migliore.”

6 Commenti

6
Lascia un commento

avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Commento da Facebook Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Un guerriero in campo, ogni partita si impegna al massimo mettendoci tutto quello che puo’ dare. Non si e’ mai risparmiato. In tutto il tempo che gioca con la Lazio, avra’ fatto solo due o tre sbagli, ma e’ umano!!!!!! Che voto si puo’ dare ad un giocatore che si merita la stipendio che prende???????, Io do il massimo e anche di piu .

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Nazionale per il re leone

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

10 grande leone

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Un bel 10 se lo merita tutto.

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Io un 10e uno che se lo metti in campo fa li suo gioco e per questo Inzachi lo vuole sempre nelle partite bravo ilnostro leone

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Nella telecronaca Rai , il pezzentone che commenta , descrive per ben due volte il gol , come un calcio di rigore in movimento , omettendo completamente il meraviglioso dribbling in area da centravanti di Acerbi .

Advertisement

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Signori.Che Spettacolo.Beppegool. il Capitano."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Un mitoche non dimenticherò mai"
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron, Almeyda, Simeone, Sergio Conceicao, Nedved...una squadra stretodferica, un centrocampo stellare, lui, Juan Sebastian, uomo ovunque, leader in..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News