Resta in contatto

News

Menichini: “Momento difficile: servono umiltà e sacrificio per voltare pagina”

La Lazio Primavera sfida l'Inter: le formazioni ufficiali

Il tecnico della Lazio Primavera, Leonardo Menichini ha parlato ai microfoni ufficiali della società, per fare il punto della situazione in un momento delicato

Leonardo Menichini ha parlato ai microfoni di Lazio Style Channel, per parlare del momento piuttosto delicato che sta vivendo la sua Lazio Primavera:

“A Torino abbiamo commesso qualche errore di troppo e regalato molto, è stata una gara orientata da episodi negativi. La situazione non è positiva, ci sono difficoltà in varie zone del campo. Il campionato Primavera 1 è difficile, ci sono squadre di grande qualità che fanno investimenti importanti. I ragazzi hanno sempre dato tutto, non sono mai mancati sotto il profilo dell’impegno. Purtroppo quando si commettono errori decisivi diventa tutto più difficile. L’aiuto di Minala è importante, aveva piacere di aiutarci a dare una mano e rilanciarsi. Nessuno però vince da solo, serve il contributo di tutti.

Lavoriamo però per migliorare, purtroppo quello che proviamo in settimana non riusciamo a ripeterlo la domenica. Subiamo poco, ma abbiamo più difficoltà a fare gol. Dobbiamo lavorare tutti quanti per arrivare meglio alla conclusione. Oggi alla squadra dirò che solo con il lavoro, l’umiltà e il sacrificio si ottengono i risultati, non esistono altre vie. Capitano certi momenti nel calcio, non bisogna drammatizzare ma stare sempre sul pezzo per cercare di migliorarsi e far girare gli episodi a nostro favore. L’ottimo inizio di campionato non ci ha illusi, ho sempre predicato calma e umiltà. A livello di allenamenti siamo sempre stati sul pezzo.

Ora dopo la sosta ci sarà il derby. Adesso dobbiamo lavorare bene questa settimana sfruttando la sosta, così da migliorare sotto ogni livello e recuperare qualche infortunato. Alcuni sono partiti per le Nazionali, quando rientreranno prepareremo la partita contro una grande squadra come la Roma. Cercheremo di schierare una formazione che sappia farsi valere, vedremo cosa dirà il campo, l’unico giudice. Viviamo di partita per partita, vedremo più avanti dove arriveremo.

Non dobbiamo caricare la squadra di eccessive responsabilità e puntare al meglio. Franco è un ragazzo interessate, deve migliorare ed ha movimenti importanti in area avversaria. Voglio migliorarlo come difensore, deve diventare più scaltro ma ha margini di miglioramento enormi. Serve sicuramente equilibrio. Allenare in Primavera ti fa rapportare con ragazzi giovani e con le problematiche dovute alla loro età, dobbiamo farli crescere bene dandogli la strada per arrivare al professionismo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il suo dito che esce fuori dalla nebbia al derby. Non si vedeva nulla ma la palla era dentro la rete! E segna sempre lui!"
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Fascetti una persona indimenticabile, grazie"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Prima partita allo stadio: Lazio-Verona 4-2. Avevo sette anni. Come potrei dimenticare? Gladiatore puro. Decise di andarsene perche' la Roma degli..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da News