Resta in contatto

Approfondimenti

Europa League, ora alla Lazio serve un miracolo: passa se…

Lazio - Celtic, Ciro Immobile

L’Europa League si fa durissima per i biancocelesti: dopo la sconfitta all’ultimo minuto con il Celtic, vediamo cosa servirebbe per la qualificazione

Adesso l’Europa League è appesa a un filo. Sottile, sottilissimo: “Abbiamo il 2% di possibilità“, il commento amaro di Marco Parolo. La sconfitta al 95′ contro il Celtic, la seconda consecutiva dopo la sfida in Scozia, lascia la Lazio a soli tre punti in classifica.

I biancoverdi di Glasgow comandano il Gruppo E con 10 punti, sono già qualificati ai sedicesimi. Segue il Cluj, che ha battuto il Rennes con un gol all’87’: i romeni hanno 9 punti, è su di loro che i biancocelesti devono sperare in una clamorosa rimonta.

La Lazio ai sedicesimi di Europa League se…

La situazione è semplice nella sua spietatezza: la squadra di Simone Inzaghi deve vincere le ultime due gare, il 28 novembre all’Olimpico contro il Cluj e il 12 dicembre in Francia con il Rennes. Ovviamente non basta: oltre a perdere a Roma, i romeni dovrebbero uscire sconfitti anche in casa del Celtic, nell’ultima giornata del girone. Anche un solo punto qualificherebbe loro e non i biancocelesti.

Vediamo adesso i criteri che entrano in gioco per valutare gli scontri diretti tra Lazio e Cluj:

A) Il maggior numero di punti nel doppio confronto: la vittoria della Lazio pareggerebbe in automatico i conti con l’andata.
B) La differenza reti nel doppio confronto: la Lazio verrebbe premiata da qualsiasi successo con almeno due gol di scarto (2-0, 3-1, 4-2 ecc.).
C) Il maggior numero di gol segnati nel doppio confronto: stesso discorso del criterio B
D) Il maggior numero di gol segnati in trasferta nel doppio confronto: il 2-1 in Cluj-Lazio dell’andata premierebbe l’1-0 biancoceleste all’Olimpico, mentre una vittoria della Lazio per 3-2, 4-3 ecc (con una sola rete di scarto che non sia l’1-0) qualificherebbe direttamente i romeni.
Se Lazio-Club finisce invece 2-1 (stesso risultato dell’andata), in caso di arrivo a pari punti sarebbe decisiva la differenza reti generale: in questo momento i romeni vantano una differenza di +1, i biancocelesti di -2.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron, Almeyda, Simeone, Sergio Conceicao, Nedved...una squadra stretodferica, un centrocampo stellare, lui, Juan Sebastian, uomo ovunque, leader in..."

Signori, è segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Ricordi che rimarranno per sempre con lui ho vissuto i miei primi anni in curva nord e di calcio fatto di cuore e non di business."
Lazio, Miti: Miroslav Klose

Mito Klose: cosa significa per te averlo visto segnare con la maglia della Lazio?

Ultimo commento: "A parte Piola, di cui non ho mai visto le gesta, Klose è il più forte attaccante della storia della Lazio."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Secondo me è il momento più intenso e di attaccamento nel rapporto squadra-tifosi. Indimenticabile Eugenio. Andrea"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti